Serie A, ancora un nome per la Lega: in corsa Gabriele Fava

Tramontata l'ipotesi Bonomi, si fa strada un nuovo nome per la presidenza della Lega Serie A: quello dell'avvocato milanese Gabriele Fava

C’è un altro nome in corsa per la Lega Serie A di calcio dopo il terremoto indotto dalle dimissioni di Paolo Dal Pino lo scorso 1 febbraio: è quello dell’avvocato  Gabriele Fava. Fonti vicine al dossier che da settimane scuote il mondo del calcio danno dunque in lizza anche il giuslavorista classe 1963 con mille incarichi alle spalle e la fama di problem solver.

Lega Serie A: le sfide che attendono il nuovo presidente

E di sfide Fava ne dovrebbe affrontare diverse nel nuovo incarico al vertice di una Lega Serie A che sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia, fra lotte intestine e bilanci piegati dalle perdite Covid. Sul tavolo la partita dei ristori con la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, e quella dei rapporti incrinati con la Figc di Gabriele Gravina che ha nominato il commissario ad acta della Lega, il professore di diritto amministrativo Gennaro Terracciano, con il compito di adeguare lo statuto della Lega di A ai principi informatori dando un periodo “cuscinetto” ai club fino al 25 febbraio per risolvere la faccenda e sanare la spaccatura interna al mondo delle squadre sulle norme statutarie e il voto a maggioranza semplice che serve a impedire l’ostruzionismo sistematico.

Lega Serie A: la candidatura bruciata di Bonomi

Davanti a queste sfide i presidenti dei club non sono riusciti a trovare ad oggi un accordo nemmeno attorno al nome di Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria. La sua candidatura, che  aveva alle spalle la regia del numero uno del Milan Paolo Scaroni, è stata bruciata il 15 febbraio con un solo voto a favore e 19 schede bianche.

Fava: avvocato, Cavaliere del Lavoro e probovido di Confindustria

Andrà diversamente al  super avvocato milanese?  Il suo curriculum promette bene. Milanese, classe 1963, avvocato, esperto in diritto del lavoro e Presidente dello Studio Legale Fava & Associati, Fava affianca alla carriera forense quella accademica. Già docente e coordinatore scientifico del Master in Human Resources della Business School de “Il Sole 24 Ore” presso il quale è anche docente del Master di Diritto e Impresa. È stato docente presso l’università di Roma Tor Vergata e l’università LUM Jean Monnet.

Dal 2 giugno 2017 Fava è Cavaliere al merito della Repubblica, uno dei componenti del Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti, membro della Consulta per la sicurezza stradale e mobilità sostenibile presso il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL).

Dal luglio 2020 è anche consigliere giuridico del Ministro dell’Università, è nel CdA della Commissione Organizzativa e del Comitato Finanza del Fondo Scuola Espero per il triennio 2019-2021 e proboviro dell’Assemblea Privata di Confindustria.

Fava ha rivestito diversi ruoli tecnici in istituzioni pubbliche, dall’ottobre del 2015 al marzo del 2018 è stato consulente del Presidente e membro della VI Commissione permanente Finanze della Camera dei Deputati mentre nel quinquennio 2013 – 2018 è stato consigliere giuridico dell’Assessorato Istruzione Formazione e Lavoro di Regione Lombardia.