Maglia Maradona all’asta ma la figlia Dalma frena: “Non è quella dei due gol contro l’Inghilterra”

Maglia Maradona all'asta: è in vendita una maglietta storica ed importante per il mondo del calcio. Tuttavia ci sono dei dubbi.

Maglia Maradona all’asta: in questi giorni è in vendita la divisa della Mano di Dio indossata durante la sfida tra Argentina e Inghilterra nella quale furono messe a segno due reti definite storiche. Tuttavia, sono sorti dei dubbi sull’originalità e l’utilizzo di quella maglietta.

Maglia Maradona all’asta

Da mercoledì 20 aprile fino al 4 maggio nella sede londinese di Sotheby’s  verrà venduta online la divisa indossata da Diego Armando Maradona nella sfida tra l’Argentina e l’Inghilterra valida per i quarti di finale dei Mondiali del 1986.

 Sotheby’s hanno stimato il singolo lotto della vendita tra i 4 e i 6 milioni di sterline (tra 4,8 e 7,2 milioni di euro), ma le offerte potrebbero essere decisamente più alte. La maglia all’asta alla società Sotheby’s è stata data dall’ex centrocampista inglese Steve Hodge. Inoltre, c’è da dire che quelle maglie blu dell’Argentina furono acquistate in tutta fretta a Città del Messico, perché quelle consegnate dallo sponsor contro l’Uruguay trattenevano troppo il sudore.

Gli stemmi della Federcalcio e dello sponsor furono cuciti all’ultimo e i numeri sono diversi, rendendo quelle maglie ancora più speciali. Ma ne furono acquistate 38: le reliquie col numero 10 erano due.

La figlia Dalma frena: “Non è quella dei due gol contro l’Inghilterra”

Tuttavia la figlia di Maradona, Dalma ha frenato tutti e ha dichiarato: Quella all’asta non è la maglia che usò nel secondo tempo, quando segnò i gol.

È di quella partita, ma papà la indosso nel primo tempo – ha detto la donna a una radio argentina -. Conoscendo papà so che non ha regalato quella maglia a nessuno. Non voglio dire chi ce l’ha, io lo so e non voglio creare problemi a questa persona. Posso però affermare che all’asta non sta andando la maglia con cui mio padre segnò i gol. Voglio che la gente sappia: stanno guadagnando dei soldi con qualcosa che non è loro, è una vergogna”. 

Nonostante le dichiarazione della figlia di Maradona, la società inglese che si sta occupando dell’asta fa sapere di aver fatto tutte le verifiche possibili e di essere in possesso della maglia giusta.

LEGGI ANCHE: I figli di Maradona chi sono e cosa fanno oggi dopo la sua morte