Dopo il Mondiale in Qatar, CR7 tornerà alla carica: andrà al Chelsea?

C’è un grande campione destinato dopo il Mondiale a recitare la parte del leone nel calciomercato. Parliamo di sua maestà Cristiano Ronaldo

C’è un grande campione destinato dopo il Mondiale in Qatar a recitare la parte del leone nel calciomercato di gennaio. Parliamo ovviamente di sua maestà Cristiano Ronaldo, che a Manchester (sponda United) resta un separato in casa nonostante l’armistizio con Erik Ten Hag degli ultimi giorni. La volontà di CR7 resta sempre quella di giocare la Champions League. Cosa che ovviamente a Manchester non può fare. Ecco perché il suo agente Jorge Mendes è tornato a strizzare l’occhio ai Blues.

Sarebbe la soluzione ideale per Cristiano che rimarrebbe nella lega calcistica più importante al mondo, passando in un club che gioca la massima competizione continentale. D’altronde proprio il proprietario dei londinesi Todd Boehly aveva cercato di ingaggiarlo lo scorso luglio, dissuaso all’epoca dall’allenatore Thomas Tuchel che aveva bocciato l’acquisto del fuoriclasse lusitano preferendo l’acquisto del pupillo Pierre Emerick Aubameyang per completare l’attacco.

Nel frattempo però le cose sono cambiate parecchio dalle parti di Stanford Bridge

Detto, fatto. Nel frattempo però le cose sono cambiate parecchio dalle parti di Stanford Bridge. Tuchel infatti non c’è più, esonerato a fine settembre, e il suo successore Graham Potter non ha messo veti nei confronti del possibile arrivo di Ronaldo. Insomma, la pista è tornata praticabile. Ma sarà davvero fattibile? Vedremo. Lo United infatti non vorrebbe vedere Ronaldo giocare in Premier League con un’altra maglia ritrovandoselo avversario nella corsa alla zona Champions.

Troppo grande il rischio di vedersi magare superare in classifica proprio a causa di un gol del campione classe 1985. Meglio – in caso di separazione – indirizzarlo all’estero. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore, verrebbe da dire. Eh già, ma dove? Al momento non si intravedono strade e soluzioni in tal senso. L’unica appunto portava e porta a Londra. Il Chelsea aspetta sornione, conscio del fatto che prima dovranno essere Ronaldo e Il Manchester United a dirimere la questione.

Se a quel punto, Boehly (che intanto sta ristrutturando la dirigenza del club) entrerà in campo facendo la propria mossa.

Trovare un accordo con Ronaldo non sarebbe un problema

Trovare un accordo con Ronaldo infatti non sarebbe un problema. Il Chelsea sarebbe pronto a contrattualizzare il cinque volte vincitore del Pallone d’Oro per i prossimi 18 mesi. Un contratto di un anno e mezzo per poi valutare il da farsi.

Ronaldo pensa appunto al presente: vorrebbe quindi tornare a disputare il prima possibile la Champions League per cercare di salvaguardare il suo record di gol dall’assalto immediato di Lionel Messi è quello futuro di Ering Haaland. Un obiettivo fondamentale per l’attuale attaccante dello United, che ormai gioca e vive in funzione dei traguardi personali. L’unico di squadra che manca alla sua stellare e straordinaria bacheca resta il Mondiale. La Coppa del Mondo manca ed è l’ossessione sportiva del suo rivale Messi, ma stavolta Cristiano sa di avere una squadra inferiore e meno attrezzata dell’Argentina per arrivare in fondo al torneo.

Ecco perché ormai ruota tutto intorno ai suoi record. Gli unici per i quali trova ancora stimoli e voglia di scendere in campo.