Davide Longhi, chi era il pilota morto in un incidente al Mugello: aveva 36 anni

Davide Longhi, chi era: un pilota per passione soprattutto che ha perso la sua vita in un incidente durante le prove libere di Coppa Italia.

Davide Longhi era un motociclista e stava gareggiano per la Coppa Italia al Mugello. Un incidente con un altro pilota durante le prove libere gli è stato fatale. Inutile la corsa in ospedale, il 36enne lombardo è deceduto dopo qualche ora.

Davide Longhi, chi era il pilota

Davide Longhi aveva 36 anni ed era originario di Romano, in Lombardia. Era il pilota di punta del «Cds Racing team». Longhi correva in moto da anni, anche a livello nazionale, ed era un pilota esperto oltre che istruttore di Velocità.

Gareggiava per le scuderie “Cds racing team” di Pumenengo e “Team Perdercini Sbk”. Era molto conosciuto nel suo paese perché era titolare del  bar “Pepita d’oro” di via Isonzo. Viveva con i suoi genitori ed era appassionato di motociclismo, era entrato nel mondo delle due ruote a 16 anni, era socio del motoclub Cds di Castenedolo (Brescia) e, tra le attività nell’ambito del motociclismo, teneva corsi a Cremona e Misano Adriatico.

Morto in un incidente al Mugello

Nel corso nella prima giornata di prove libere della Coppa Italia all’Autodromo Internazionale del Mugello, un terribile incidente ha tolto la vita al 36enne Longhi. Secondo la ricostruzione, uno dei due piloti stava rientrando ai box all’uscita della Bucine ed è stato centrato dall’altro pilota che imboccava il rettilineo del traguardo. Longhi poi era stato  stato trasportato in eliambulanza al Policlinico di Careggi, ma è deceduto dopo qualche ora.

A bordo pista, ad assistere alla gara, c’era anche il papà.

L’altro motociclista, 39 anni, della provincia di Varese, con cui Davide si era scontrato ha riportato traumi in diverse parti del corpo ed è stato ricoverato in prognosi riservata.

 

LEGGI ANCHE: Roma, rapina armata a un portavalori: ferita guardia giurata