Champions League, il Milan si qualifica se…Un’altra sconfitta con il Chelsea mette in discussione tutto

Champions League, il Milan si qualifica se: i rossoneri nonostante la doppia pesante sconfitta contro il Chelsea sperano ancora.

Champions League, il Milan si qualifica se: i giochi non sono ancora fatti. I rossoneri hanno ancora il destino della qualificazione nelle proprie mani. Nonostante la doppia sconfitta con il Chelsea ha lasciato dell’amaro in bocca ai giocatori e staff del Diavolo.

Champions League, il Milan si qualifica se

Il Milan a due partite dal termine del girone inizia a farsi calcoli per poter sperare nella qualificazione agli ottavi.

I rossoneri si qualificano se riescono a vincere le ultime due sfide contro la Dinamo Zagabria e con il Salisburgo a prescindere dal risultato delle avversarie. Di seguito ecco i due prossimi match del Diavolo:

  •  martedì 25 ottobre alle 21.00: Dinamo Zagabria-Milan al Maksimir
  • mercoledì 2 novembre alle 21:00 Milan-Salisburgo a San Siro

Se si finisce a pari punti ecco i criteri per definire chi passerebbe il turno:

  1. differenza reti negli scontri diretti
  2. maggior numero di gol segnati negli scontri diretti
  3. maggior numero di gol segnati fuori casa negli scontri diretti
  4. differenza reti totale
  5. maggior numero di gol complessivi
  6. maggior numero di gol complessivi in trasferta
  7. maggior numero di vittorie nel gruppo
  8. maggior numero di vittorie in trasferta nel gruppo
  9. condotta, punteggio disciplinare inferiore basato sui cartellini
  10. coefficiente Uefa

Un’altra sconfitta con il Chelsea mette in discussione tutto

La doppia sconfitta con il Chelsea ha lasciato sicuramente l’amaro in bocca ai rossoneri di Pioli. Ecco le parole del mister dopo l’ultima gara contro gli inglesi:  “La partita è cominciata e avevo la sensazione che potevamo fare una buona partita. Il rigore e l’espulsione hanno cambiato la partita, contro un avversario già forte che non aveva bisogno di rimanere con un uomo in più. Abbiamo avuto occasioni per riaprirla.

È un peccato: la sensazione era quella di giocarsela“.

Sulle prossime sfide e la possibilità di qualificarsi: “Lo farà sicuramente. Risultato negativo, ma il destino è nelle nostre mani: se vogliamo dimostrare di essere competitivi anche in Europa dobbiamo vincere le prossime due e ne abbiamo le possibilità. Ora ributtiamoci sul campionato, per una partita difficile contro un avversario che cambierà allenatore. Recuperiamo le energie“.

 

 

LEGGI ANCHE: Champions League, la Juventus si qualifica se….L’ultima sconfitta inguaia i bianconeri