Live

Calciomercato serie A? Anche al mare sotto l’ombrellone

Il calciomercato della Serie A non si ferma neanche in spiaggia: da Ibiza a Capri, ecco i calciatori che si propongono agli allenatori

Dimmi con chi vai in vacanza e ti dirò dove giocherai nella prossima stagione. Potremmo fotografarlo così il nuovo curioso gioco di questa estate del mercato calcistico italiano, dove tanti giocatori importanti chiedono udienza balneare ai loro ex tecnici sperando in un deja-vù. 

Calciomercato Serie A, Keita Baldè a Capri si propone a Simone Inzaghi

Per la serie “a volte ritornano” ecco Keita Baldè che sogna di giocare di nuovo a Milano con la maglia nerazzurra. Per questo un mese fa a Capri si è proposto direttamente a Simone Inzaghi, suo mentore ai tempi della Lazio, per provare l’operazione 2.0 all’Inter. Galeotta una escursione in barca tra i faraglioni per provare a impostare l’affare. Due chiacchiere tra un tuffo e l’altro e da cosa nasce cosa. Nome spendibile, quello di Keita, a patto che parta Alexis Sanchez (non facile a causa di uno stipendio enorme da 14 milioni netti nei prossimi 2 anni per cui non sembrano esserci possibilità di sconti e riduzioni come richiesto dalla società). 

Miralem Pjanic da Ibiza lancia l’amo per tornare alla Juventus

Scenario simile pure per Miralem Pjanic che quest’estate tra Sardegna e Ibiza (forse un caso, forse no) ha lanciato l’amo più volte verso l’ex maestro Massimiliano Allegri con lo scopo di tornare alla Juventus. Nostalgia canaglia e possibile ritorno al futuro per uno dei pupilli del tecnico livornese. Agnelli e Cherubini permettendo visto l’elevato ingaggio del regista (8 milioni a stagione). Affare possibile solo in prestito con l’uscita di Ramsey che ha uno stipendio pesante (7,5 milioni). 

Intanto però tra un bagno e un colpo di sole i giocatori provano a disegnare i loro destini approfittando anche delle vacanze.

Altro che ferie estive, divertimento balenare, tutto feste e dolcevita: in vacanza i calciatori lavorano alacremente per il futuro delle loro carriere… L’occasione fa l’uomo ladro.