Calciomercato Milan, si cerca l’erede di Kessié: prima offerta per Onyedika

Calciomercato Milan, Maldini alla caccia dell'erede di Kessié: il primo nome è il giovane Onyedika del Midtjylland. Si parte da 4 milioni.

Calciomercato Milan, continua la ricerca di un erede di Franck Kessié: primo contatto per Raphael Onyedika. I rossoneri trattano con il Midtjylland per il nigeriano classe 2001: si parte da 4 milioni di euro, ma non basta.

Calciomercato Milan, individuato l’erede di Kessié: si tratta per Onyedika

Il calciomercato estivo è ormai agli sgoccioli, ma il Milan è ancora in cerca di un centrocampista di prospettiva che possa raccogliere l’eredità di Franck Kessié.

Con l’addio dell’ivoriano, trasferitosi a parametro zero al Barcellona, la mediana rossonera ha bisogno di “esplosività e intelligenza” a detta del tecnico Stefano Pioli. L’approdo al PSG di Renato Sanches ha messo la parola fine alla trattativa per il portoghese, per cui i rossoneri sono stati costretti a virare altrove.

Il direttore tecnico Paolo Maldini avrebbe finalmente individuato il profilo giusto. Si tratta di Raphael Onyedika, giovane nigeriano del Midtjylland reduce da una stagione da protagonista in terra danese.

Con 48 presenze e 4 goal in tutte le competizioni, il classe 2001 ha attirato l’attenzione del Diavolo che ha aperto le trattative con i vice-campioni della Superligaen 2021-2022. La distanza tra le parti, per il momento, è davvero ampia. Il Milan offre 4 milioni, mentre il Midtjylland ne chiede almeno 10. La dirigenza rossonera, tuttavia, non demorde ed è pronta a rilanciare.

Le alternative: Gabbia verso la permanenza, si osserva Lokanga

Nel caso in cui l’affare Onyedika saltasse, il Milan dovrebbe avere le spalle coperte. Il versatile 22enne Matteo Gabbia dovrebbe restare alla corte di Pioli a prescindere dal risultato della trattativa, in modo da dare più alternative al tecnico sia in mediana che in difesa. I rossoneri tengono d’occhio anche Albert Sambi Lokonga, intrigante mediano belga classe 1999 in forza all’Arsenal. Le richieste del club inglese potrebbero essere troppo alte, per cui Maldini sarebbe più propenso ad impostare un prestito con diritto di riscatto.