Live

Addio Wanda Nara, Mauro Icardi resta (pure) senza manager: asta aperta per il nuovo procuratore

Valanghe di problemi per Maurito. L'addio di Wanda Nara manda in crisi il centravanti argentino. Chi sarà il nuovo procuratore di Mauro Icardi?

Tra moglie e Maurito meglio non mettere il dito. A ormai ben sei anni di distanza dall’affaire Maxi Lopez (tradimento e rottura dell’amicizia) il centravanti e la showgirl argentina Wanda Nara sono ancora al centro del gossip. Rottura e divorzio in vista tra il numero 9 del PSG e l’ex lady di Tiki Taka con una coda legale che si preannuncia aspra. Anche il futuro calcistico di Maurito è in discussione: Mauro Icardi dovrà cercarsi ben presto un nuovo procuratore.

Tutta colpa della sbandata che l’ex capitano interista avrebbe preso per la giunonica Eugenia Suarez. Un flirt che andrebbe avanti – raccontano i ben informati – da ormai 2 mesi. Tanto che Wanda non ha trattenuto rabbia e delusione sui social a suon di Instagram Stories. Insomma, la questione è seria e volano gli stracci. Anche se Icardi ieri sera ha provato furbescamente ad anestetizzare il caso con un post decisamente lovvoso dedicato alla moglie (in Argentina era la festa della mamma) e con una Instagram Stories condita da due cuoricini. Tutto risolto? Macche! Qualche ora dopo è arrivata la stoccata di Wanda (che non segue più il marito sui social da sabato…) attraverso una IG Stories in cui fotografandosi la mano sottolineava quando stesse bene e comoda senza la fede del matrimonio. Altro giro, altro show.

Mauro e Wanda: un divorzio anche professionale

La telenovela rischia di diventare lunga e appassionante per gli amanti del gossip. Ma torniamo alle questioni pratiche e di stretta attualità. In ballo – oltre a questioni patrimoniali e familiari – c’è anche il futuro calcistico del goleador di Rosario. Icardi (non si allena da 2 gg e ha avuto un permesso dal PSG per raggiungere la consorte a Milano…), infatti, aveva scaricato proprio quattro anni fa il suo storico manager Abian Morano per affidare la sua carriera e i suoi interessi professionali alla moglie Wanda Nara. Zitta zitta la burrosa diva social aveva anche svolto egregiamente il suo ruolo prima confezionando il rinnovo del contratto per il marito con l’Inter (nel 2017) e poi completando il passaggio al PSG nel 2020 per 50 milioni di euro. Mica male. Il divorzio ora però potrebbe essere duplice.

Mauro Icardi, asta aperta per il nuovo procuratore

Difficile che la signora (ex?) Icardi possa rappresentare Mauro nelle prossime trattative di mercato. Con Icardi sicuro protagonista non a gennaio (non vuole muoversi a stagione in corso), ma in estate. Magari per tornare in Italia, con Juventus, Milan e forse anche Inter (non ci sarebbe più l’ingombrante Wanda tanto odiata dai tifosi, anche se Marotta non appare affatto orientato al ritorno del figliol prodigo nonostante il tam tam sui social…) possibili destinazioni senza tralasciare l’opzione Premier League dove il ricchissimo Newcastle saudita avrebbe già chiesto informazioni. Già, ma a chi? Fino a qualche giorno fa tutti si interfacciavano con Wanda Nara, che ora rischia…la panchina! Pronti a subentrare nella gestione i principali procuratori internazionali: in lizza Mino Raiola, la Stellar Group, Jorge Mendes e anche gli italiani Giuseppe Riso, Gabriele Giuffrida, Federico Pastorello e Alessandro Lucci. Tutti si sarebbero già attivati in queste ore.

L’asta è aperta e per Icardi è giunto il momento delle grandi decisioni. In campo e fuori. Ecco perché il PSG gli ha dato qualche giorno di permesso: Maurito ha bisogno di mettere ordine nella sua vita per tornare poi a dedicarsi al pieno delle sue energie e potenzialità al rettangolo verde. Voltando pagina: c’eravamo tanto amati, verrebbe da dire. Icardi-Wanda una storia ai titoli di coda non solo a livello amoroso ma anche professionale…