Politics Non ci sono più le rivolte di una volta

Non ci sono più le rivolte di una volta

di Francesco Floris

La rivoluzione non è un pranzo di gala. Ma ci assomiglia. “Possiamo andare fino al Palazzo della Regione?” si sono sentiti rivolgere i poliziotti che giovedì scorso hanno bloccato sul nascere a Bresso la protesta dei ristoratori in arrivo a Milano da tutto il nord Italia. “No”, la risposta secca degli agenti. Erano arrivati addirittura dal Ponente ligure con 40 macchine i proprietari di locali arrabbiati e contro il lockdown. Per “invadere Milano” contro la “dittatura sanitaria” che uccide le piccole attività commerciali. Non sono riusciti a invadere nemmeno l’hinterland e sono tornati a casa con le pive nel sacco sul tortuoso percorso della Serravalle. Sabato sera. Corso Buenos Aires. Il passaparola fra i centri sociali e gruppi antagonisti convoglia una trentina di persone in piazza Argentina. Anche loro puntano a Palazzo Lombardia per chiedere reddito di emergenza per tutti. Giacche nere, zaini, qualche casco. I carabinieri lo vengono a sapere e si schierano. Si tentenna per qualche ora in un gioco di ruolo fra celerini e manifestanti (che sono meno dei giornalisti presenti). La serata si chiude in un nulla di fatto. “Nemmeno cinquanta persone, siamo degli sfigati” dice una ragazza affranta mentre si allontana da piazzale Loreto verso le 22:30.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Stefano De Martino e Fiammetta Cicogna si sono sposati (ma è solo una scena di un film)

L’ex ballerino di Amici insieme alla modella e conduttrice Fiammetta Cicogna stanno girando il film dal titolo Il giorno più bello.

Chi è Aldo Montano, sciabolatore alla quinta olimpiade: età, carriera sportiva, vita privata – FOTO

Aldo Montano è uno sciabolatore italiano alla sua quinta partecipazione alle Olimpiadi. Un record a 43 anni.

Chi è Olga Plachina, moglie dello sciabolatore Aldo Montano: età, altezza, carriera tra sport e moda

Chi è Olga Plachina, la modella e atleta russa sposata con lo sciabolatore Aldo Montano dal 2016 e con il quale ha due figli.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cuba e Haiti, Venezuela e Colombia: l’America Latina in fiamme. L’estate rovente tra crisi e fermento sociale

Nei paesi del Sud America come Argentina, Cuba, Haiti, Venezuela e Colombia la crisi non si placa. E c'è il rebus Usa-Biden

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano

Omicidio Voghera, cosa è successo in 10 anni con le armi: ecco quante sono le licenze in Italia e chi le possiede

Omicidio Voghera, il tema delle armi in casa torna d'attualità. Chi abita nei piccoli centri più propenso a dotarsi del porto d'armi