Il campo largo M5S-Pd è finito? Le opinioni pro e contro nel Pd

Il campo largo tra M5s e Pd, su cui tanto hanno scommesso sia Giuseppe Conte sia Enrico Letta, è davvero finito?

Dopo la decisione del Movimento cinque stelle di non votare la fiducia al governo di Mario Draghi in Senato, il campo largo formato da Pd e Movimento cinque stelle traballa sempre di più.

Il campo largo M5S-Pd è finito?

Il campo largo tra M5s e Pd, su cui tanto hanno scommesso sia Giuseppe Conte sia Enrico Letta, è davvero finito? Nel Partito Democratico c’è chi spinge per questa ipotesi. È possibile infatti, si domandano in molti nel Pd, andare alle elezioni con i 5 stelle, (che hanno contributo a far cadere il governo Draghi)? Per molti nel Pd la risposta è no.

A trovarsi in difficoltà su questa decisione è in primis il segretario del Pd Enrico Letta che ha scritto un tweet molto caustico.

Campo largo, i favorevoli e i contrari nel Pd

All’interno del partito democratico, specie dopo la caduta del governo di Mario Draghi, sono in tanti ad essere contro il campo largo. Uno degli oppositori è Andrea Marcucci, ex capogruppo del pd al Senato. Oltre a lui, si aggiungono anche Stefano Bonaccini (governatore dell’Emilia Romagna), Giorgio Gori, il governatore della campania Vincenzo De Luca e altri ex renziani rimasti nel partito democratico. Il ministro del lavoro Andrea Orlando, invece, insieme anche a Francesco Boccia e l’ideologo Goffredo Bettini sono convinti invece dell’importanza di mantenere questa alleanza con i grillini.

Come andrà a finire?