Politics La schiena dritta per la città. Nessuno può essere il re di...

La schiena dritta per la città. Nessuno può essere il re di Milano

Come ho detto ieri, quando ci si rapporta con la città, dal primo cittadino all’ultimo abitante di periferia, bisogna avere la capacità di capire che si è piccoli. Tutti quanti. Perché Milano è superiore a tutti, Milano non è solo un luogo, è una storia millenaria, è un complesso di forze e di intelligenze. Non esiste e non è mai esistito il re di Milano. E’ una espressione che non usiamo, e non useremo mai. Se a Roma ci sono stati sette re, e svariate altre centinaia (l’ultimo noto: Totti), a Milano no. Al massimo a Milano si può comandare, e per un periodo limitato, e solo per investitura popolare. Funziona così, o meglio, come diceva giustamente Maran, a Milano non si usa come a Roma. Non si usa il ricatto e non si usa la lusinga.

Perché questo preambolo? Perché di questa cosa si devono ricordare tutti gli investitori privati e soprattutto nel campo immobiliare, che si rapportano con la grande città sotto la Madonnina. Non si può ricattare la città, non si può subordinare un intervento a un aumento di volumetria, non si può pensare di influenzare la scelta politica, non si può pensare di creare una situazione di “leva” da usare contro la città. Quel sistema l’abbiamo vissuto, a Milano, ed è finito. Era il sistema Ligresti, e i danni, ferite ancora aperte su tutto il territorio, sono visibili ancora oggi. Sogno che insieme alla transizione ambientale ci sia questo, nel programma politico del prossimo sindaco: la schiena dritta anche di fronte a chi pensa di essere più chic, più bello, più giusto nel mondo, ma è comunque inferiore a una città che non va solo rispettata, ma amata e venerata.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Vanessa Ferrari medaglia d’argento alle Olimpiadi Tokyo 2021! Vittoria nella finale corpo libero

Vanessa Ferrari medaglia d'argento nel corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Ha gareggiato lunedì 2 agosto a partire dalle 10:57 ora italiana. L'atleta...

Tamberi e la mezza barba alle Olimpiadi di Tokyo 2021

La mezza barba di Tamberi ha fatto più discutere della sua medaglia d'oro. Gianmarco Tamberi ha portato a casa un fantastico oro nel salto in alto con la misura di 2.37 ex aequo con l’atleta del Qatar Barshim.

Semestre bianco: cos’è, quando inizia e cosa significa per Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano