Live

Milano, il risiko delle Commissioni: Pantaleo all’Antimafia, Monguzzi all’Ambiente, Pacente al Pnrr

In settimana si chiudono le nomine per dare piena operatività al nuovo consiglio comunale: tutti i nomi che circolano

Lunedì 8 novembre altri quattro nomi sono diventati ufficiali. Alla Commissione Rigenerazione urbana del Comune di Milano, che prende il posto della “vecchia” Urbanistica, nominato come presidente Bruno Ceccarelli e Natascia Tosoni come vice presidente. Entrambi Partito democratico, fra i più propositivi quando c’è da ragionare su modifiche ai regolamenti urbanistici della città, varianti o al Piano di governo del territorio. Alla Commissione Educazione e Food Policy ecco invece Marzia Pontone, eletta con la lista Sala e l’avvocato “majoriniano” Alessandro Giungi come vice presidente, dopo aver già ottenuto la poltrona più alta della fondamentale Commissione Olimpiadi e Paralimpiadi Milano-Cortina 2026 per i prossimi cinque anni.

Pantaleo verso l’Antimafia, Fedrighini agli Affari istituzionali

È il risiko delle Commissioni a Palazzo Marino. Ne mancano ancora diverse, circa una decina, ma in settimana si dovrebbe chiudere definitivamente la partita. È l’ultimo tassello per dare piena operatività alla politica milanese dopo le elezioni del 3-4 ottobre 2021 che hanno incoronato Beppe Sala sindaco per la seconda volta con il Pd a fare incetta di voti col 34% e una maggioranza schiacciante da 20 consiglieri in Piazza della Scala, a cui sommare quelli degli alleati.

Proprio il Pd fa quindi la parte del leone. Nulla è definitivo, per ora, ma all’Antimafia dovrebbe arrivare Rosario Pantaleo. L’uomo da Baggio, per mesi in lizza come possibile presidente del Muncipio 7, ma non candidato in quartiere a causa degli equilibri “di genere” fra dem e Lista Sala e per la netta e pubblica ostilità al progetto di Milan e Inter per il nuovo stadio San Siro, è dato quasi per certo alla presidenza della Commissione che nella scorsa consiliatura è stata retta da David Gentili (non ricandidato).

L’altro nome possibile sarebbe stato quello di Enrico Fedrighini, storico volto “verde” di Milano (candidato però con la lista Sala dopo una rottura con i vertici locali del partito ambientalista) che ha esperienza nel settore (qui il suo intervento per True-News sui rischi di infiltrazione negli appalti “green” del Pnrr ) avendo lavorato per una società che si occupa anche di “intelligence” nei cantieri immobiliari e nelle filiere degli appalti. Ma l’ipotesi Fedrighini sembra al momento tramontata mentre il suo nome corre invece verso la Commissione Affari istituzionali e Città Metropolitana.

Monguzzi o Mazzei per Mobilità e Ambiente

Un’altra partita ancora aperta è quella per la Commissione Mobilità e Ambiente. Se l’assessorato è andata alla Verde Elena Grandi, si va configurando un bis degli ecologisti di nome e di fatto. Carlo Monguzzi è il più quotato dentro Europa Verde ma se la deve vedere con Marco Mazzei della lista civica del sindaco, il giornalista che ha fatto della comunicazione sul mondo della mobilità sostenibile e “dolce” un vero e proprio lavoro.

Carmine Pacente alla Commissione Pnrr

Ai dem va anche la cruciale Commissione, appena istituita con il nuovo nome, focalizzata sul “Pnrr, Politiche europee e internazionali”. Scelta quasi obbligata su Carmine Pacente, il più esperto del Pd milanese rispetto ai fondi strutturali e politiche comunitarie, avendo incarichi e pubblicazioni alle spalle a tema con la case editrice dell’Università Bocconi ed avendo collaborato nel 2014 con il Ministero della Salute alla “Strategia nazionale per le aree interne a valere sui fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020”.

D’Amico a Bilancio e Patrimonio, a Costamagna la Cultura

Simonetta D’Amico, che da anni segue il tema della case popolari prima come consigliera di zona 4 poi come consigliera comunale, fa un salto andando a presiedere la Commissione Bilancio e Patrimonio immobiliare del Comune. Lascia spazio alle Case popolari e al Piano Quartieri alla new entry dei Giovani Democratici, Federico Bottelli. A Luca Costamagna (Pd) va la Commissione Cultura dopo il quinquennio di Angelo Turco (oggi vice presidente del consiglio comunale). Sport, Turismo e Politiche giovanili vanno ad Angelica Vasile mentre Sicurezza e Coesione sociale sono già state ufficializzate al tandem Michele Albiani (presidente) e Daniele Nahum (vice).

Orso per lo Sviluppo economico e Lavoro, Pastorella al Digitale, Fumagalli al Welfare

A Mauro Orso (Sala Sindaco) va l’incarico allo Sviluppo economico e Politiche per il lavoro mentre alla riformista Giulia Pastorella va la presidenza dei Servizi civici, Rapporti con i Municipi e Digitalizzazione. Al medico Marco Fumagalli di Milano in Salute la presidenza della Commissione Welfare affiancato dal vice Valerio Pedroni con anni di esperienza alla spalle nel mondo del Terzo settore dentro la Fondazione Somaschi.

A Bestetti le Società partecipate

Alle opposizioni di centrodestra per ora, come da tradizione, solo la Presidenza della Commissione Enti e Società partecipate. Dopo Fabrizio De Pasquale per il lustro 2016-2021 (non rieletto) a guidarla sarà Marco Bestetti di Forza Italia, ex Presidente del Municipio 7 fino a poco più di un mese fa.