Politics Il centrosinistra a Bologna con Conti alla resa dei conti: coalizione a...

Il centrosinistra a Bologna con Conti alla resa dei conti: coalizione a rischio?

La resa dei conti a Bologna, per il centrosinistra, si avvicina. E, ironia della sorte, con la renziana Isabella Conti in campo. La sindaca di San Lazzaro, attualmente iscritta a Italia Viva, ha sciolto da poco la riserva e parteciperà alle primarie di coalizione. Una mossa, questa di Matteo Renzi, che ha mandato in fibrillazione la sinistra della “Rossa” Bologna e fatto partire a tempo record veti ed accuse incrociate. Tanto che i progressisti bolognesi, che speravano di evitare l’ennesima spina nel fianco, ora temono per la tenuta della coalizione. Di sicuro Conti troverà davanti a sè due sfidanti nei giorni dei gazebo: il determinatissimo Matteo Lepore (delfino del sindaco Virginio Merola e favorito per la vittoria ai gazebo) e l’assessore alla sicurezza Alberto Aitini più vicino a posizioni centriste (sostenuto, in primo luogo, dalla base riformista del Pd). Ma l’entrata in scena di Conti, sebbene un po’ tardiva, potrebbe non essere indolore e sparigliare più carte del previsto.

Con Conti i progressisti si sfaldano?

Il Movimento cinque stelle, per bocca del frontman bolognese Massimo Bugani, non ha mai nascosto di avere stima di Conti. Ma lo stesso Bugani, tre giorni fa a Repubblica, ha affermato che M5S potrebbe sfilarsi se Conti sarà la candidata di centrosinistra. “Non ci sto, non sono nato ieri – ha fatto sapere – Renzi vuole imporre un asse centrista inglobando pezzi di destra e cercando di marginalizzare il Movimento. A questo gioco, mi spiace, non mi presto. E il suo obiettivo è frantumare la coalizione”. Sulla stessa scia si colloca Coalizione Civica (che ha posizioni di sinistra più radicale): alleati del Pd sì, ma solo se stanno a sinistra. Il ragionamento di Emily Clancy, che potrebbe inserirsi nelle primarie, é che “Bologna non è l’Emilia Romagna”. Tradotto: nessuna apertura al moderatismo macroniano di Renzi. 

Prime scintille Lepore-Conti

Un accordo sul nome di Isabella Conti, allo stato dell’arte, appare quindi improbabile. Matteo Lepore, senza usare mezzi termini, ha detto a Repubblica che “Bologna ha già respinto Matteo Salvini, riuscirà a respingere anche Matteo Renzi”. Concetto ribadito anche in un post su Facebook dal titolo “i bolognesi bocciano Renzi e la sua candidata”. Questo perché Conti, classe 1982, è vista come una “clava” usata da Renzi per ostacolare il neosegretario Pd Enrico Letta: proviene dal territorio, é giovane ma soprattutto è una donna. E quest’ultimo argomento, tra i sostenitori di Italia Viva, viene rilanciato con forza (alle primarie bolognesi, per ora, senza Conti sono tutti uomini). Le sue prime radici sono nei Ds, ma ha partecipato anche alla fondazione del Partito Democratico. Approdata poi in Italia Viva, si autodefinisce “indipendente” e “spina nel fianco” per tutti i partiti in cui è stata. “Dico al mondo della sinistra e del Pd che non troveranno in me un elemento di spaccatura – ha commentato in una intervista-appello a Dire – perché sono una persona che cuce, non che strappa. Non ho mai avuto etichette, sono isabelliana e sono qui per migliorare Bologna. Sono nella comunità della sinistra da quando avevo 14 anni e guardo al modello di Stefano Bonaccini. La strada giusta? Quello di un incontro sui temi tra le varie forze”. La sfida è aperta e non si escludono colpi di scena. 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver