L’influencer di Tik Tok, il figlio del virologo, Claudio Cecchetto e Damiano Tommasi: i candidati più curiosi alle prossime amministrative

Tra i candidati alle prossime elezioni amministrative, spiccano nomi noti del mondo dello spettacolo, dello sport e dei social

Ancora una volta, tra i candidati alle prossime elezioni amministrative, spiccano nomi noti del mondo dello spettacolo e dello sport. Con la novità rappresentata dalle influencer: i candidati sperano che i like si convertano in voti.

Padova: l’ex “Collegio”, il figlio del virologo Crisanti e l’ex rugbista Mauro Bergamasco

A Padova è sfida a colpi di vip e influencer. Il candidato sindaco Salim El Maoued, medico di base, iscrive nella sua lista civica “Padova per Tutti”, l’influencer e modella Sara Piccione.

19 anni, è nota nota per aver partecipato alla trasmissione televisiva il “Collegio 4” su Rai 2 ormai tre anni fa. La fama adesso non le manca: 515 mila seguaci su TikTok e 336mila su Instagram. In un’altra lista, quella di Peghin, figura l’influencer Camilla Cassandra, forte dei suoi 30k follower su Ig e protagonista del format televisivo “Donnaventura”. A Padova la voglia di portare in politica il mondo dello spettacolo, della tv o dello sport non manca di certo.

Il candidato sindaco di centrodestra, Francesco Peghin, ex campione del mondo di vela, sostenuto dalla Lega e da Forza Italia, si è fatto immortalare sul volantino elettorale accanto a Alex Zanardi. Una scelta definita “vergognosa” dal sindaco della città dove è in riabilitazione l’atleta paralimpico. Peraltro sindaco della Lega.
Nelle liste compare anche Giulio Crisanti, figlio del famoso virologo che tutta Italia ha conosciuto nei mesi più duri della pandemia: 23 anni, dottorando di Fisica e Astronomia all’Università di Padova, è candidato da Coalizione Civica a sostegno del candidato sindaco, Sergio Giordani.

Che si porta nel gruppo anche l’ex rugbista Mauro Bergamasco.

Riccione: Cecchetto dalla consolle sogna la sedia da sindaco

A Riccione Claudio Cecchetto ha regalato serate memorabili alla generazione che ha assistito al boom di Radio Deejay. I cittadini ora potrebbero vederlo passare dalla consolle alla sedia di primo cittadino: Cecchetto, infatti, è candidato sindaco. “Non sono molto bravo a fare comizi – ha dichiarato a Prima Online. Semplicemente sto cercando di fare ciò che ho fatto nella vita da imprenditore, ovvero accontentare le persone.

L’ho fatto nel privato, la grossa differenza era che nel privato prima devi fare le cose e poi hai i consensi, mentre nel pubblico prima devi avere i consensi e poi puoi fare le cose. Io godo nel vedere le persone felici, vivo di questo”, ha raccontato Claudio Cecchetto. “Mi piacerebbe veder felice una comunità, oltretutto conosco Riccione particolarmente bene perché la frequento dagli anni ’80“.

Verona, Damiano Tommasi sostenuto dalla sinistra

A Verona, invece, “Io Apro Rinascimento”, il movimento di Vittorio Sgarbi vorrebbe candidare Morgan. Ma non tutti sono d’accordo. E’ sicura, invece, la candidatutra dell’ex calciatore di Hellas Verona, Roma e Nazionale, già presidente dell’Associazione italiana calciatori, Damiano Tommas, sostenuto da Partito Democratico, Azione, Più Europa e altre liste civiche.