Politics Green Pass obbligatorio? All'Italia serve il "Reddito di vaccinazione"

Green Pass obbligatorio? All’Italia serve il “Reddito di vaccinazione”

Su questa cosa del Green Pass obbligatorio, ovvero la possibilità per i vaccinati di accedere a tutto (ristoranti, stadio eccetera) e per i non vaccinati di non accedere a niente, si sta accapigliando la politica italiana dopo che Macron ha deciso per l’obbligo in Francia.

Il che, sia ben chiaro, è una scelta legittima. Lo Stato può imporre le proprie regole, che essendo regole sono per definizione delle limitazioni della libertà. Che poi queste regole siano giuste, è da vedere, ma formalmente nessuno impedisce a uno Stato di farsi le proprie leggi.

Green Pass obbligatorio? Inutile in Italia

Detto questo, per l’Italia le imposizioni non servono. L’Italia è il posto dove l’anarchia si è fatta governo, e dove al trinomio Dio-patria-famiglia noi sostituiamo il binomio io-e-la-famiglia-mia. Dio e patria diciamo che sono optional buoni per quando bisogna parlare dei rigori e degli Europei. Quindi, inutile appellarci agli obblighi e alle imposizioni.

Oggi tutti guardano alla Francia, e già si dimenticano del fulgido esempio di Israele, che dava in giro chupitos gratis per raggiungere tutti i giovani, facendo diventare il vaccino qualcosa alla moda, qualcosa di accettato e non l’imposizione che viene dall’alto alla quale sottrarsi con ogni forza possibile. Considerato l’inventiva degli italiani, complicato imporre qualcosa alla quale non riescano a svicolare.

L’idea: “Reddito di vaccinazione, perché vaccinarsi conviene”

E quindi, visto che una cosa che agli italiani piace tantissimissimo, quasi più dei chupitos fuori dalle discoteche, è lo sgravio fiscale, la regalia pubblica, il piccolo benefit, perché non sfruttare questa debolezza, questa insana attrazione pseudo-statalista? Facciamo un “reddito di vaccinazione”.

A tutti quelli che si vaccinano verrà corrisposto uno sconto sul prossimo pieno, o un biglietto per lo stadio, o un buono per qualcosa. Poca roba eh, giusto il gesto. Tanto per dire che vaccinarsi conviene. E abbiamo già lo slogan: “Reddito di vaccinazione, perché vaccinarsi conviene”. Che cosa si vuol di più dalla vita?

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Federica Pellegrini eletta nella commissione atleti del CIO: resterà in carica fino al 2028

Federica Pellegrini è stata eletta nella Commissione Atleti del CIO, insieme a Pau Gasol(cestista), Maja Wloszczowska (ciclismo), Yuki Ota (scherma). Un risultato di enorme prestigio per la Divina del nuoto. Sarà una delle voci degli Atleti, resterà in carica fino a Los Angeles 2028.

Olimpiadi, Lorenzo Zazzeri derubato appena rientrato da Tokyo

Lorenzo Zazzeri è stato derubato dei suoi ricordi olimpici ma non della medaglia d'argento vinta a Tokyo 2021. Tornato nella sua Firenze si era recato in piscina a festeggiare, nel frattempo qualcuno gli ha sottratto il borsone con i suoi ricordi dell'esperienza di Tokyo

Inter, Romelu Lukaku al Chelsea? Ecco quanto vale la sua vendita

I conti reali dietro alla cessione da parte dell'Inter di Romelu Lukaku al Chelsea e sulle necessità di fare cassa

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver