Politics Faida M5S sulle periferie Appendino impiega le risorse Raggi invece no, non...

Faida M5S sulle periferie Appendino impiega le risorse Raggi invece no, non spende i soldi

di Francesco Floris

Una vale una. Sarà. Ma una spende i soldi e l’altra no. Indovinate chi viene premiata dalle intenzioni dell’elettorato e dall’establishment grillino? Ovvio, la seconda. L’ultima spaccatura nel fronte Cinque Stelle si trova dentro il quinto “Rapporto sulle città. Politiche urbane per le periferie” presentato il 16 novembre in Senato dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro. Cinque Stelle pure lui. Che mette nero su bianco un paio di numeri destinati a far riflettere: sui due miliardi e 61 milioni di euro stanziati dal Governo nell’ambito del “Programma per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie” per 1700 interventi presentati da 13 città metropolitane e 107 comuni capoluogo di provincia (recupero di aree, mobilità sostenibile, case popolari, edilizia scolastica, videosorveglianza, inclusione sociale, innovazione tecnologica), ne sono stati spesi a livello nazionale solo 230 milioni. Il 10 per cento. Chi li ha spesi? “Fino ad oggi – dice Fraccaro – soltanto il comune di Torino ha portato a termine tutti gli interventi previsti dal Programma” E gli altri? “Al 12 novembre 2020 risultano pervenute gli Uffici della Presidenza del Consiglio 103 richieste di proroga e di aggiornamento del cronoprogramma (97 delle quali approvate) e 112 richieste di rimodulazione degli interventi (92 approvate e 19 per le quali sono stati richiesti supplementi istruttori)”. Brava Chiara Appendino, verrebbe da dire di fronte a pubbliche amministrazioni e classi dirigenti cittadine che non riescono a spendere i soldi nemmeno quando ci sono e chiedono proroghe su proroghe. Fra le peggiori performance? Nemmeno a dirlo: “l’altra” sindaca grillina. Virginia Raggi. Che nella “sua” Roma ha fatto dell’immobilismo la cifra politica distintiva della giunta. Se non ci si muove, del resto, non si fanno le gare, gli appalti, gli affidamenti, è impossibile rubare. Questa la brillante ideologia che muove la sua azione come amministratrice. Ora. Nel 2021 si vota – Covid permettendo – in quasi tutte le città più importanti d’Italia: Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna. Ci si aspetterebbe che l’unico sindaco che ha speso tutti i fondi a disposizione per le periferie venga confermato, almeno dal suo elettorato e dal suo partito, fra urla di giubilo e braccia aperte. Invece no. Appendino è in bilico. Travolta dai giochini sulle alleanze sotto la Mole e da una misera condanna a sei mesi per falso nell’ambito del “processo Ream”, figlio di un debito contratto dalla città con un fondo immobiliare quando l’Appendino non era sindaca e aveva 31 anni. Tanto basta nei Cinque Stelle per “l’autosospensione”, che notoriamente non significa nulla ma fa molto purezza. Virginia Raggi invece gode di ottima salute. Nell’elettorato grillino i sondaggi la danno ri-candidata con percentuali venezuelane. L’unico dubbio è sul come e se affiancarsi al partito democratico a Roma per sconfiggere le destre. Tecnicamente mancano cinque mesi alle elezioni ma di nomi certi ancora non ce ne sono, né da una parte né dall’altra. Di campagne elettorali e programmi sui contenuti (per esempio come possono cambiare le città dopo la crisi sanitaria ed economica che ha colpito il cuore proprio le economie urbane basate su servizi e flussi di persone) non se ne vede traccia. Facciano pure con comodo. Al massimo gli elettori gli concederanno una proroga, come da tradizione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Sfruttamento di manodopera straniera nell’azienda Grafica Veneta

Sfruttamento di manodopera straniera nell'azienda Grafica Veneta di Trebaseleghe in provincia di Padova nel Veneto. 11 gli arrestati

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Quanti anni ha Federica Pellegrini? Età, patrimonio e vita privata della nuotatrice Divina

Federica Pellegrini è tra le più grandi nuotatrici della storia. Età, carriera, vita privata e patrimonio della campionessa olimpica azzurra.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Antonio Di...

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano

Omicidio Voghera, cosa è successo in 10 anni con le armi: ecco quante sono le licenze in Italia e chi le possiede

Omicidio Voghera, il tema delle armi in casa torna d'attualità. Chi abita nei piccoli centri più propenso a dotarsi del porto d'armi

Sfratti 2021, novità su affitti, bollette e buoni spesa: da Draghi 500 milioni ai Comuni. I sindaci non hanno più scuse

Dal Sostegni Bis soldi per affitti, bollette e buoni spesa da destinare ai più poveri. La quota stanziata? 500 milioni, che vanno ben spesi