Politics Enrico Letta, il baby sitter del governo Draghi

Enrico Letta, il baby sitter del governo Draghi

di Francesco Floris

Non possiamo essere il partito del potere”. Sarà pure come dice Enrico Letta durante il discorso domenicale che lo incorona nuovo segretario del Partito democratico di fatto all’unanimità. Avrà di certo ragione lui, ma intanto la “chiamata” per il docente di Sciences Po ed ex premier per guidare i dem allo sbando è arrivata proprio dal “potere”. Quello vero. Tre telefonate, sembrerebbe dai rumors di corridoio romani, ricevute nella settimana post dimissioni di Nicola Zingaretti. La prima di Mario Draghi. La seconda di Sergio Mattarella. E infine quella cruciale di Ursula Von der Leyen. Tanto è bastato al nipote di Gianni per prendere una decisione che a giudicare dalle interviste degli ultimi anni, e anche mesi, sembrava davvero remota. Tre telefonate, poi la “passerella” venerdì sera a Propaganda Live su La7 (profumo di investitura di Urbano Cairo?) e infine domenica 14 marzo l’acclamazione, senza discussione, di un Pd che decide di violare la più sacra delle proprie regole, sin da quel fatidico 2007 targato Walter Veltroni: quella delle primarie, dell’investitura democratica per il segretario.

In Europa del resto c’è la convinzione, forse non del tutto a torto, che senza il Pd – questo Pd, lo stesso che in patria suscita i mal di pancia anche di elettori e simpatizzanti – il governo Draghi crollerebbe, a prescindere dai numeri in Parlamento. “Lo stare al governo a tutti i costi”, quella che ormai molti dirigenti dem rappresentano come una condanna politica (lo ha detto l’ex ministro Provenzano, ma è sentimento largamente condiviso) a Bruxelles è invece visto come una garanzia di “stabilità”. Così si ottiene il migliore dei circoli viziosi: Draghi viene chiamato per garantire la stabilità di governo da spendersi sui mercati e far funzionare campagna vaccinale e Recovery Plan; il Pd deve garantire la stabilità del governo Draghi; ed Enrico Letta serve a mantenere la stabilità del Pd. Un paese ad alto rischio sismico, continuamente alla ricerca di stabilità.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Semestre bianco: cos’è, quando inizia e cosa significa per Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

F1, Sebastian Vettel penalizzato per la maglia arcobaleno: la protesta del pilota contro la legge anti-Lgbtq+ in Ungheria

Vettel, il pilota della Ferrari, è sotto investigazione per non aver rispettato le procedura del pre-gara del Gran Premio in Ungheria.

Vanessa Ferrari, quando gareggia: data, ora, come vedere la diretta tv della finale delle Olimpiadi Tokyo 2021

Vanessa Ferrari è arrivata in finale di corpo libero alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Proverà a vincere la medaglia d'oro olimpica.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano