Live

“AmbientaLista”, ecco il “partito” dei comitati i corsa per Milano

Il candidato sindaco sarà Gabriele Mariani appoggiato anche da Milano in Comune e Rifondazione. Il programma? "Ambientalista e difesa dei beni comuni"

di Francesco Floris

Il loro candidato sindaco? Sarà Gabriele Antonio Mariani, architetto e ingegnere molto vicino ai comitati ambientalisti di Milano. I portavoce sono invece Irene Pizzocchero, impegnata nel comitato che si oppone allo spostamento dell’Università Statale da Città Studi ai terreni Expo e Sergio Violante, attivo invece sul fronte della difesa del verde in piazzale Baiamonti. Come anticipato da True-News a gennaio, è nata la lista “Civica AmbientaLista per Gabriele Antonio Mariani Sindaco”. Figlia dell’ iniziativa di esponenti di diversi comitati e gruppi di cittadinanza attiva, la nuova formazione che correrà per Palazzo Marino a ottobre di quest’anno.

La linea politica? Combattiva e critica rispetto alle scelte urbanistiche e ambientali portate avanti a Milano dalla giunta di Beppe Sala, Una giunta “cieca rispetto alla irrimandabile necessità di preservare le aree verdi esistenti e ristrutturare il costruito anziché continuare a consumare suolo libero” scrivono in una nota annunciando di fatto un pezzo del proprio programma elettorale. “L’amministrazione Sala ha caratterizzato Milano come ‘città attrattiva’ privilegiando gli interventi di grandi immobiliaristi e operatori finanziari contro la conservazione dei beni comuni” come “ salute, casa, istruzione” fanno sapere i due portavoce. “In risposta a questa situazione, negli ultimi anni si sono moltiplicati i comitati di cittadini in lotta per difendere il proprio territorio e l’identità dei propri quartieri: Città Studi e Parco Bassini, Piazza d’Armi, La Goccia, Benedetto Marcello, Piazza Baiamonti, Piazza Carbonari e, ultimo in ordine di tempo, San Siro. Qui, il progetto per abbattere lo Stadio Meazza per far dilagare la speculazione immobiliare di finanziarie straniere nascoste dietro le squadre di calcio, è un vero schiaffo al passato e al futuro di Milano”.

Non correranno da soli alle amministrative venture ma affrancati alla lista di “Milano in Comune” e con l’appoggio di Rifondazione comunista con cui non sarà ricandidato lo storico consigliere comunale Basilio Rizzo, dopo quasi 40 anni di presenza a Palazzo Marino. “Con la nostra Civica AmbientaLista rilanciamo la proposta di Gabriele Antonio Mariani di una larga coalizione, una nuova casa politica per i cittadini e le cittadine che si battono per difendere gli spazi comuni e la vivibilità della nostra città, scongiurando gli assalti che tendono a renderla più cementificata, più inquinata, meno democratica” scrivono. “Ci auguriamo che la coalizione, oltre a ‘Milano in Comune’, possa aggregare altre forze politiche e associative che in questi anni hanno difeso la città dall’avanzare del cemento e della speculazione e dall’indebolimento dei diritti primari”.