Politics Bambino di due anni scomparso nel Mugello ritrovato vivo. Sta bene

Bambino di due anni scomparso nel Mugello ritrovato vivo. Sta bene

È stato ritrovato vivo il bambino di due anni scomparso dalla sua casa di Palazzuolo sul Senio, paesino in provincia di Firenze nell’alto Mugello, dopo che per tutta la notte sono andate avanti le ricerche. Lo ha reso noto, mercoledì 23 giugno 2021, la prefettura di Firenze. A ritrovare il piccolo Nicola Tanturli nei pressi di un burrone a 2,5 km da casa sarebbe stato un giornalista della “Vita in diretta” di Rai 1 che, avvistato il piccolo, avrebbe subito chiamato le autorità. Dopo due notti passate da solo Nicola può finalmente tornare a casa: sta bene e sembrerebbe in buone condizioni. Per ulteriori accertamenti sanitari precauzionali è stato trasferito all’ospedale di Borgo San Lorenzo.

Bimbo scomparso nel Mugello: la vicenda

Si conclude quindi con un lieto fine la vicenda che di questa scomparsa che, iniziata nella notte tra lunedì 21 giugno e martedì 22 giugno, ha tenuto tutti gli italiani con il fiato sospeso. I genitori di Nicola infatti, al loro risveglio, non avevano più trovato il loro figlioletto di 2 anni nel letto e immediatamente avevano allarmato le autorità. Per riuscire a trovare il piccolo si sono mobilitati carabinieri, vigili del fuoco, soccorso alpino munito di elicotteri, protezione civile e volontari. Sul posto anche i cani molecolari e il sindaco di Palazzuolo sul Senio Gian Piero Moschetti, che si è voluto recare sul posto delle ricerche e ha seguito tutte le operazioni.

Bimbo scomparso, l’ipotesi è che sia uscito da solo

Dove sia finito il piccolo era dunque un mistero e ora sarà importante ricostruire la dinamica dell’accaduto. Una delle cause possibili, secondo quanto trapela, potrebbe essere il sonnanbulismo. Motivo per cui l’ipotesi più accreditata è che il bambino sia uscito di casa da solo nella notte tra lunedì 21 giugno e martedì 22 giugno. Di sicuro la conformazione del territorio di Palazzuolo sul Senio non ha aiutato ad agevolare le ricerche: il casolare in cui risiede la famiglia, infatti, è circondato da una vegetazione rigogliosa ed è raggiungibile attraverso una strada sterrata. A ciò va aggiunto che la famiglia vive a circa ottocento metri di altitudine. Luogo che, oltre che essere difficile da raggiungere, è anche poco coperto da internet.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver