Centrodestra, presidenzialismo: cos’è e come funziona

Cos'è e come funziona il presidenzialismo sponsorizzato dal centrodestra? Ecco cosa c'è da sapere a riguardo

Oggi Silvio Berlusconi, intervenendo sul presidenzialismo nel programma del centrodestra, ha fatto sapere che in caso di approvazione della riforma Sergio Mattarella si dovrebbe dimettere. Ma come funziona il presidenzialismo proposto dal centrodestra?

Centrodestra, presidenzialismo: cos’è e come funziona

La repubblica presidenziale fortemente sponsorizzata dal centrodestra, o presidenzialismo, è una forma di governo in cui il potere esecutivo si concentra nella figura del presidente che è sia il capo dello Stato sia il capo del governo: una figura eletta direttamente dai cittadini che ha il compito di formare il governo.

Essendo capo di Stato, il presidente non ha bisogno di un voto di fiducia parlamentare perché, avendo già ottenuto il voto della maggioranza dei cittadini non necessita della legittimazione dei loro rappresentanti.

La sua rimozione può essere ottenuta solo con un impeachment attraverso il quale il presidente viene rimosso in caso di reato: alla messa in stato d’accusa deve seguire un processo. Il Parlamento non ha la capacità di rimuovere il presidente ma il presidente non può sciogliere il Parlamento a suo piacimento.

Dagli Usa all’Argentina: i paesi presidenzialisti

Tra i Paesi che hanno una Repubblica presidenziale ci sono gli Stati Uniti, l’Argentina, il Cile, il Brasile, il Messico, l’Uruguay, il Costa Rica e la Corea del Sud. Il presidente, che è sia il capo dello Stato sia il capo del governo, ha grandi poteri e può agire liberamente: può porre il veto alle decisioni delle Camere e svolgere alcuni compiti legislativi, dirige la politica estera dello Stato, nominare gli alti funzionari.