Sanità lombarda, le nuove tariffe delle prestazioni post Covid. Il documento

Regione definisce le nuove tariffe di remunerazione per le prestazioni ospedaliere. Dal 2022 entra la chirurgia robotica. Il documento

Valgono in maniera retroattiva per tutti i pazienti dimessi a partire dall’1 gennaio 2022. Sono le nuove tariffe di remunerazione per le prestazioni di assistenza ospedaliera per acuti di Regione Lombardia. Le ha votate all’unanimità la giunta regionale guidata dal governatore Attilio Fontana la sera del 7 febbraio, dopo due anni di attesa.

Prestazioni di assistenza ospedaliera: oltre 100 classi aggiornate in Lombardia

Endoprotesi, dispositivi medici, prestazioni: sono oltre 100 le classi che vengono aggiornate (raggruppate per codici).

Dagli interventi sui nervi periferici, cranici e sul sistema nervoso a quelli per neoplasie maligne dell’apparato digerente fino alle sostituzioni delle articolazioni di anca, ginocchio o interventi maggiori sul capo e collo. Grande spazio alle prestazioni cardiovascolari: valvole cardiache, operazioni sul sistema cardiovascolare, impianto di defibrillatori cardiaci. Vengono aggiornate le rendicontazioni di endoprotesi e dispositivi “innovativi e attualmente utilizzati nella prassi clinica e chirurgica” si legge nella delibera con riferimento a un panel di stent coronarici, defibrillatori cardiaci impiantabili per via sottocutanea, valvole mitrali impiantabili, protesi interatriali e altri.

Escono invece dal sistema di rendicontazione gli stent coronarici nudi perché non più in uso e dispositivi che vengono sostituiti da altri nuovi subentranti.

SCARICA LA DELIBERA

Nuove tariffe in Lombardia: dal 2022 la chirurgia robotica

Tra le novità del 2022 c’è l’ingresso di prepotenza della chirurgia robotica nel flusso di rilevazione delle endoprotesi come anticipato da una delibera di inizio novembre 2021  che oltre a sancire il principio della “chirurgia robotica pubblica” metteva nero su bianco linee guida su training, formazioni e indicazioni alle Aziende sanitarie per l’acquisto e la sostituzione dei robot.

Le stime delle nuove tariffe – che potranno comunque essere aggiornate nel 2022 – derivano da un’indagine conoscitiva informale condotta analizzando i costi comunicati dagli erogatori nei primi nove mesi dell’anno 2021. Le aziende sanitarie coinvolte nell’Osservatorio Regionale sui device sono l’Asst Niguarda di Milano, l’Asst Spedali Civili di Brescia, l’Asst Monza, l’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo e la Fondazione IRCCS Besta di Milano che hanno inviato i loro report fra il 12 gennaio 2022 e la fine del mese.

True-news è in possesso della delibera che aggiorna le tariffe delle prestazioni di assistenza ospedaliera raggruppandole omogeneamente per tipologia di intervento e la pubblica integralmente.

La misura non comporterà comunque oneri di spesa ulteriori per il servizio sanitario regionale in quanto, a partire dal 2022, l’attuale sistema di tariffazione trova copertura nel quadro economico e nei limiti di spesa che dal 2011 avevano imposto tagli alla spesa sanitaria.

SCARICA LA DELIBERA