Live

Piano pandemico e Oms. Le carte di Bergamo su Ranieri Guerra (SCARICA)

Il documento integrale con cui gli inquirenti di Bergamo contestato la falsa testimonianza al Direttore Aggiunto dell'Oms

Perché il documento venne ritirato? “Tengo a precisare – risponde Ranieri Guerra ai giudici – che quando viene pubblicato un documento Oms questo prevede tutta una serie di validazioni che, nel caso di specie, a mio giudizio non erano rispettate”. Per gli inquirenti un’informazione falsa, con il report che aveva già ricevuto le approvazioni previste il 7, 8 e 11 maggio 2020, prima della pubblicazione.

O ancora. Perché è stato ritirato e poi mai pubblicato? “Ritengo – fa mettere a verbale Ranieri Guerra – che il report non sia stato più ripubblicato, neanche successivamente, in quanto nel frattempo l’ufficio regionale dell’Oms aveva stabilito una differente politica che prevedeva pubblicazioni relative alle reazioni all’epidemia dei vari Stati secondo un modello comune che vi esibisco”. Il nuovo modello per le pubblicazioni in effetti e si chiama “Country Covid-19 Intra-Action Review”. Ma secondo quanto ricostruito dai pm, con una rogatoria all’Organizzazione Mondiale della Sanità, entrerà in vigore il 22 settembre 2020. Non a maggio.

C’è il Direttore Aggiunto dell’Oms e la sua testimonianza nel mirino della procura di Bergamo. I magistrati che indagano sulla gestione del coronavirus nella provincia più colpita, hanno iscritto nel registro degli indagati Ranieri Guerra con l’accusa di false informazioni ai pm in relazione alla sua deposizione come persona informata sui fatti a novembre 2020. True Pharma pubblica integralmente il testo della rogatoria internazionale all’Organizzazione Mondiale della Sanità richiesta dal procuratore aggiunto Maria Cristina Rota e dal procuratore capo di Bergamo Antonio Chiappani. (SCARICA

Rogatoria-oms-8.3.2020Download