Virus di Marburg: di cosa si tratta e dove sono i primi casi

Virus di Marburg: ecco dove sono stati registrati i primi casi e di cosa si tratta. Molti parlano già di una nuova pandemia a rischio.

Virus di Marburg: una nuova minaccia alla salute mondiale. Molti già prlano di rischio pandemia ma i primi casi sono in corso di accertamento. Ci sta lavorando l’Organizzazione Mondiale della Sanità per verificare i singoli casi.

Virus di Marburg: di cosa si tratta

C’è un nuovo virus che minaccia il mondo e c’è già chi parla di un altro e alto rischio pandemia, dopo quella causata dal Covid-19.

Si tratta, in questo caso, del virus di Marburg, ossia una una malattia che provoca una febbre emorragica ad elevata mortalità e che appartiene alla stessa famiglia di Ebola.

L’analisi preliminare dei campioni prelevati dai due pazienti (entrambi deceduti e non imparentati) è stata eseguita dal Noguchi Memorial Institute for Medical Research di Accra, la capitale del Ghana, e ha indicato la positività per Marburg «Sono in corso di valutazione una serie di possibili trattamenti, tra cui emoderivati, terapie immunitarie e terapie farmacologiche», spiega l’Oms.

Dove sono i primi casi

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha riferito che, se confermati, sarebbero i primi casi di questo nuovo virus in Ghana, mentre la Guinea ha confermato un caso del virus a settembre 2021. Stando ai dati dell’Oms, i precedenti e sporadici casi di virus Marburg in Africa sono stati segnalati in Angola, Repubblica democratica del Congo, Kenya, Sudafrica e Uganda.

«Le autorità sanitarie sono sul campo per indagare sulla situazione e prepararsi per una possibile risposta all’epidemia.

Stiamo lavorando a stretto contatto con le autorità del Paese per aumentare il rilevamento, il tracciamento dei contatti ed essere pronti a controllare la diffusione del virus», ha affermato Francis Kasolo, rappresentante dell’Oms in Ghana.

 

LEGGI ANCHE: Kiss all’Arena di Verona l’11 luglio è a rischio. Il gruppo: “Senza fuochi il concerto non si fa”