Tragedia sfiorata a Brescia: treno deragliato per sassi sulla ferrovia

Brescia, treno deragliato, si sfiora il dramma. Il mezzo ha colpito due massi franati dalla montagna. Nessun ferito.

Brescia, treno deragliato a Cedogolo, in Valle Camonica. L’incidente è stato provocato da alcuni grossi sassi caduti sui binari. Si è sfiorato il dramma: non si registrano feriti gravi.

Brescia, treno deragliato: caduti massi sui binari

Tragedia evitata per miracolo a Cedogolo, in provincia di Brescia. Un treno regionale di Trenord sulla linea Brescia-Iseo-Edolo è deragliato alle 6.30 del 1 Dicembre, e ha rischiato di cadere nel fiume Oglio. Il mezzo, sul quale viaggiavano 15 persone, tutti studenti e lavoratori pendolari, è entrato in galleria e si è ritrovato davanti due grossi massi sui binari.

Il macchinista ha tentato di frenare, ma non ha fatto in tempo. La carrozza ha colpito i massi e si è sollevata di oltre un metro. La circolazione è momentaneamente interrotta.

Le prime ricostruzioni e l’intervento dei soccorsi

Secondo le ricostruzioni, i massi dovrebbero essere caduti dalla volta del tunnel. Il macchinista sostiene di aver visto la frana e di aver tentato di contenere l’impatto. Il mezzo ha colpito un blocco di roccia grande almeno un metro cubo. Tempestivo l’intervento della Polizia Ferroviaria e dei Carabinieri. Dalle valutazioni del personale sanitario accorso sul posto non si registrano per fortuna feriti gravi. Sette dei passeggeri risultano leggermente contusi, ma hanno rifiutato di essere portati in ospedale.