Texas, strage di migranti: 46 morti asfissiati trovati in un camion

Strage di migranti in Texas, 46 morti uccisi dal caldo trovati intrappolati in un camion. Altri 16 feriti soccorsi in ospedale.

Texas, strage di migranti a San Antonio: 46 morti trovati chiusi in un camion abbandonato. Gli ospedali locali hanno accolto e soccorso altre 16 persone, tra cui anche bambini. Si presume che le morti siano state causate dal caldo estremo e da asfissia.

Texas, strage di migranti senza precedenti: 46 persone trovate morte in un camion

Stati Uniti, un’altra strage di migranti scuote l’opinione pubblica, secondo le fonti una delle peggiori tragedie legate all’immigrazione degli ultimi anni.

Secondo il New York Times, i corpi di 46 persone sono stati rinvenuti a San Antonio, in Texas, all’interno di un camion abbandonato nella periferia della città. Per le prime ricostruzioni, si tratterebbe di un gruppo di migranti in transito dal Messico agli Stati Uniti. Insieme ai morti, sono state trovate altre 16 persone ferite, al momento affidate alle cure degli ospedali locali. Secondo i medici, i feriti sembrano soffrire di un “colpo di calore”.

Con ogni probabilità, il caldo torrido è la principale causa della morte del gruppo di migranti, probabilmente asfissiati dalle temperature estreme mentre erano intrappolati nel mezzo.

Il veicolo è stato scoperto da un operaio di un’azienda, intervenuto sul luogo dopo aver sentito un grido d’aiuto. L’uomo ha trovato il camion vicino ai binari di una ferrovia, e ha intravisto i corpi attraverso le porte parzialmente aperte. Secondo il capo del dipartimento di polizia di San Antonio, William McManus, i suoi agenti sono in cerca dell’autista del veicolo.

Al momento almeno tre persone sono già state fermate dalle autorità.

Il sindaco di San Antonio: “Orribile tragedia umana, oltre 40 vite perse”

Il sindaco di San Antonio Ron Nirenberg ha commentato la tragedia sul suo profilo Twitter“Il problema dei migranti in cerca di asilo dovrebbe essere sempre trattato come una crisi umanitaria. Questa sera ci troviamo di fronte ad un’orribile tragedia umana. Abbiamo perso più di quaranta vite. Vi invito a pensare con compassione, a pregare per i morti, i feriti e le loro famiglie in questo momento”.

Il governatore del Texas, Greg Abbot, punta invece il dito contro il Presidente, accusandolo di non fare abbastanza per fermare l’immigrazione: Queste morti sono di Biden: sono il risultato delle politiche mortali dei confini aperti e mostrano le conseguenze del suo rifiuto di attuare la legge”.