Stefano Tacconi, come sta dopo l’aneurisma: ultime notizie

Come sta Stefano Tacconi dopo l'aneurisma? Gli ultimi aggiornamenti dai medici: "Passi avanti, ma il percorso è lungo".

Come sta Stefano Tacconi dopo l’aneurisma? L’ex portiere della Juventus è stato ricoverato domenica ad Alessandria dopo un malore. Il dottor Andrea Barbanera“Passi avanti, ma percorso lungo e in salita”.

Stefano Tacconi, come sta dopo l’aneurisma: gli ultimi aggiornamenti

Continua a destare preoccupazioni lo stato di salute di Stefano Tacconi. L’ex portiere della Juventus e della Nazionale italiana è al momento ricoverato al reparto di neurochirurgia dell’Ospedale di Alessandria.

Tacconi è stato colpito improvvisamente da un aneurisma cerebrale nelle prime ore di sabato 23 aprile.

L’ex calciatore è sotto la supervisione del neurochirurgo Andrea Barbanera, che ha parlato delle condizioni del suo paziente ai microfoni di Storie Italiane“Tacconi è giunto da noi in condizione critica e in coma clinico per via di un’emorragia cerebrale classica. Gli è stato fatto un primo trattamento nella notte di sabato e per ora lui sta rispondendo molto bene.

Attualmente le condizioni sono stazionarie, forse con un piccolo passo avanti. Qualche cenno di risposta sembra esserci. Non voglio creare false speranze, il percorso sarà in salita e ancora lungo. Le complicanze possono esserci sino a 10-15 giorni dall’evento emorragico“.

Secondo il medico, la reazione tempestiva dei familiari ha avuto un ruolo fondamentale in queste prime ore: “Il fatto di avere riconosciuto la gravità dell’evento e il trasporto immediato nell’ospedale più vicino, con successiva centralizzazione presso il nostro ospedale hub, è stato importante”. Barbanera ha comunque specificato che “sarà possibile avere una più precisa idea sugli esiti solo nei prossimi giorni”.

Il figlio: “Possiamo solo aspettare e pregare”

Il quotidiano genovese Il Secolo XIX ha riportato le dichiarazioni preoccupate di Andrea Tacconi, figlio dell’ex portiere: “C’è solo da aspettare e pregare. Incrociamo le dita”. Primogenito del noto ex calciatore, Andrea aveva già lanciato sui social un augurio per il padre: “Riprenditi papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”. Tutta la famiglia di Stefano Tacconi, dalla moglie Laura Speranza ai suoi quattro figli, si è stretta attorno a lui, in attesa di notizie positive.

Nel frattempo arrivano messaggi di supporto anche dal mondo bianconero, sia dai tifosi che dagli addetti ai lavori. L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha speso alcune parole per Tacconi nel corso della conferenza prepartita contro il Sassuolo: Voglio fare un grosso in bocca al lupo a Stefano Tacconi, speriamo di rivederlo il più presto possibile”.