Smartphone in carica, morto un ragazzo di 14 anni

Smartphone in carica, morto un ragazzo in Brasile mentre inseriva nella presa della corrente il caricababtteria.

Smartphone in carica, morto un ragazzo di 14 anni. Mentre inseriva il caricabatteria nella presa della corrente il giovanissimo è stato fulminato da una scossa elettrica.

Smartphone in carica, morto un ragazzo

In Brasile ad Alexania, alla periferia del Distretto Federale, Max Willyan dos Reis Gomes, 14 anni, viveva in una fattoria a circa 5 km dalla città ma la sua vita è terminata a causa di un cellulare.

Il quattordicenne è stato fulminato mortalmente da una scossa elettrica mentre inseriva il caricabatterie del suo smartphone in una presa da corrente.

Una scossa fatale che ha stroncato la vita al giovanissimo Max.

La dinamica

Max Willyan dos Reis Gomes è state ritrovato senza vita dai familiari a pochi metri dalla presa di una corrente nella propria abitazione. Stando alle prime indagini, sarebbe morto sul colpo, secondo il commissario di polizia, Sergio Henrique.

Il quattordicenne avrebbe ricevuto una violenta scarica subito dopo aver collegato il telefono alla presa, con l’aiuto di un estensore elettrico, nel momento in cui un fulmine ha colpito la regione.

Per gli inquirenti sentiti dal portale di notizie Uol, l’evento atmosferico potrebbe essere collegato all’incidente, ma per avere la certezza si dovrà attendere l’esito di ulteriori indagine sul corpo ormai senza vita del ragazzo.

I parenti hanno raccontato che il 14enne era abituato a portarsi dietro il telefono quando andava in bagno e lo aveva fatto anche questa volta. Max pare avesse attaccato il telefono a una prolunga per caricarlo quando ha subito la scossa elettrica.

Una tragedia che ovviamente ha sconvolto tutta la famiglia.