Servizi segreti Russi contro Putin? Rumors

Dallo scoppio della guerra in Ucraina girano rumors che riguardano l’FSB (il servizio per la sicurezza della Federazione russa)

Dallo scoppio della guerra in Ucraina in poi girano strani rumors che coinvolgono anche i servizi segreti russi. Il motivo? Parrebbe che non tutto l’apparato dei servizi segreti russi condivida l’azione di Vladimir Putin contro l’Ucraina.

Servizi segreti Russi contro Putin?

Fin dai primi giorni dell’invasione dell’Ucraina, come riporta anche Financialounge.come, sono girati diversi rumors che hanno tirato in ballo l’FSB (il servizio per la sicurezza della Federazione russa).

Si tratta di voci mai confermate, ma che stanno iniziando a fare discutere. Questo perchè, secondo quanto trapelato, parrebbe che l’FSB non sia così allineato con il Cremlino e con la guerra contro l’Ucraina. Anzi, alcuni uomini dei servizi segreti spingerebbero per la direzione opposta. Un super riservato report firmato dall’FSB parlerebbe addirittura dell’invasione dell’Ucraina come di un “fallimento totale”. Motivo per cui si vocifera che l’FSB, in contatto con gli oligarchi russi, possa provare a fermare questa guerra.

Il mistero su Zelensky

Una storia di questi giorni avvolta nel mistero riguarderebbe un commando ceceno composto da fedelissimi di Putin, che sarebbe arrivato vicinissimo a colpire il presidente ucraino Zelensky. All’ultimo minuto, però, una telefonata avrebbe salvato Zelensky da una fine quasi certa. Ma chi avrebbe avvisato gli ucraini della minaccia? Qualcuno dentro l’FSB russo? Per ora sono voci, ma che rendono l’idea del clima.

Il mistero sulle perdite di soldati russi

C’è poi anche un altro mistero che incombe sulla guerra tra Russia e Ucraina, e riguarda il bilancio delle perdite. Nel report che sarebbe arrivato in possesso di un attivista russo per i diritti umani si parlerebbe di 10mila soldati russi già uccisi durante il conflitto in Ucraina (numero di gran lunga superiore a quanto affermato dal Cremlino). Anche l’esercito russo russo avrebbe gravi problemi organizzativi e gli agenti segreti dell’FSB non sarebbero stati messi al corrente dal Cremlino della tempistica dell’invasione.

Ciò che si teme è che Putin, in difficoltà più del previsto, possa davvero scatenare una guerra atomica.