Sciopero Ryanair in Spagna per cinque mesi: vacanze a rischio per milioni di persone

Sciopero Ryanair negli aeroporti spagnoli: il personale di volo attraverso i sindacati ha avanzato delle richieste non ancora accettate.

Sciopero Ryanair in Spagna: nelle prossime settimane e mese potrebbero continuare le proteste del personale di volo se non dovessero essere trovati accordi con la compagnia aerea. Intanto, potrebbero verificarsi diversi disagi per i viaggiatori.

Sciopero Ryanair in Spagna per cinque mesi

Qualche settimana fa era arrivata la notizia: il sindacato Uso, che rappresenta il personale di cabina della compagnia low cost Ryanair, ha annunciato scioperi per quattro giorni settimanali (dal lunedì al giovedì), a partire dall’8 agosto fino addirittura al 7 gennaio.

La protesta interessa l’area della Spagna o meglio i lavoratori spagnoli che attraverso i sindacati USO e Sitclpa chiedono 22 giorni di ferie e due mesi di pagamento extra all’anno.

I dieci aeroporti che dovrebbero essere interessati dall’azione sindacale includono Madrid, Malaga, Barcellona, ​​Alicante, Siviglia, Palma, Valencia, Girona, Santiago de Compostela e Ibiza.

Vacanze a rischio per milioni di persone

I disagi potrebbero riguardare direttamente fino a 1,4 milioni di persone in viaggio da e per la Spagna e che prenderanno voli domestici nel Paese.

Dunque, ci potrebbero essere alcuni problemi anche se Ryanair ha fatto sapere che questo sciperò causerà «una minima o nessuna interruzione» dell’operatività della compagnia, che ricorda di aver raggiunto di recente un accordo «con il principale sindacato spagnolo», il CC.OO, su salari, turni e indennità del personale di cabina spagnolo.

Secondo quanto riferiscono i sindacati, Ryanair non ha mostrato «il minimo tentativo di avvicinamento» alle loro posizioni. Inoltre, stando alle sigle sindacali, dopo i precedenti scioperi vi sarebbero stati una serie di licenziamenti.

 

LEGGI ANCHE: Sciopero voli ad agosto: quali sono le compagnie a rischio stop e quando ci sono le proteste