Salmonella negli ovetti Kinder: il lotto ritirato da Ferrero

Ovetti Kinder collegati a 63 casi di Salmonella nel Regno Unito, la Ferrero toglie il lotto dagli scaffali.

Allarme salmonella, la Ferrero ritira diversi lotti di ovetti Kinder dal mercato. Le uova di cioccolato della multinazionale dolciaria piemontese sono state collegate a 63 casi della malattia nel Regno Unito. Il ritiro precauzionale potrebbe essere allargato anche ad altri paesi.

Ovetti Kinder a rischio Salmonella: la Ferrero ritira lotti in Gran Bretagna

Brutto colpo per Ferrero, colosso internazionale dell’industria dolciaria. La multinazionale piemontese ha ritirato dal mercato alcuni lotti di ovetti Kinder, collegati nel Regno unito a 63 casi di salmonella.

La segnalazione arriva dalla FSAFood Standard Agency, ente governativo inglese responsabile della sicurezza degli alimenti. La Ferrero ha tolto le uova di cioccolato dagli scaffali in Irlanda e nel Regno Unito. Per il momento è escluso che il lotto interessato sia arrivato anche in Italia. È comunque possibile che il ritiro precauzionale venga esteso ad altri paesi.

Il lotto ritirato, Ferrero ed FSA cercano la fonte del focolaio

Il lotto di ovetti ritirato riguarda dolci in scadenza tra l’11 luglio e il 7 ottobre 2022.

Tutti i prodotti interessati dall’intervento provengono dallo stabilimento Ferrero di Arlon, in Belgio. Il ritiro ha interessato due tipi di merce: le uova Kinder singole da 20 grammi e le confezioni da tre ovetti. Un’eventuale contaminazione di altri prodotti dolciari è per il momento esclusa.

La Ferrero si è mossa in prima persona per bloccare la diffusione dei prodotti inquinati dalla salmonella. Al momento l’impresa dolciaria sta collaborando con la FSA per scoprire le cause della faccenda.

Stiamo lavorando a stretto contatto con loro e con le autorità competenti per identificare la causa precisa di questo focolaio” segnala l’Agenzia inglese.

Tina Potter, responsabile degli incidenti della FSA, ha invitato i genitori alla prudenza: “Sappiamo che questi particolari prodotti sono apprezzati dai bambini piccoli, soprattutto con l’avvicinarsi della Pasqua. Invitiamo quindi i genitori e i tutori dei bambini a controllare se qualche prodotto già in casa sia interessato da questo richiamo.