Romeo e Giulietta di Zeffirelli, i protagonisti fanno causa: “Scene di nudo tra minorenni”

È scandalo sulla scena di nudo in Romeo e Giulietta di Zeffirelli, i protagonisti fanno causa alla Paramount: "Girate scene senza consenso".

Bufera sul Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli, i protagonisti fanno causa alla Paramount“Scene di nudo tra minorenni senza consenso”. Gli attori, ormai 70enni, hanno chiesto un risarcimento milionario per i danni emotivi subiti.

Romeo e Giulietta, i protagonisti del film di Zeffirelli fanno causa: “Scene di nudo tra minorenni”

A pochi anni dalla morte del regista Franco Zeffirelli, scomparso nel 2019, uno dei suoi lavori più noti finisce nella bufera. Gli attori britannici Leonard Whiting e Olivia Hussey, protagonisti di Romeo e Giulietta nel 1968, hanno fatto causa alla Paramount per la scena di nudo girata del film quando erano ancora minorenni. Oggi i due hanno oltre 70 anni, ma all’epoca delle riprese avevano rispettivamente 16 e 15 anni. I due hanno intentato la causa presso la Corte Superiore della contea di Los Angeles, rivendicando di aver subito abusi sessualimolestie frode“Hanno girato scene di minorenni nudi o seminudi senza il loro consenso, in violazione delle leggi”. 

Le accuse e la richiesta milionaria di risarcimento

Nella scena incriminata, all’epoca molto controversa, si vedono i glutei di Whiting e il seno della Hussey. Secondo la versione di Whiting e Hussey, depositata in tribunale, Zeffirelli aveva assicurato loro che non ci sarebbe stata alcuna scena di nudo. Il regista avrebbe parlato al massimo di riprese in biancheria color carne con trucco sul corpo. Negli ultimi giorni di riprese, tuttavia, Zeffirelli avrebbe pregato gli attori di fare le riprese nudi: “Altrimenti il film non avrebbe avuto successo”. Il regista avrebbe poi mentito sul tipo di inquadrature che avrebbe utilizzato, di fatto ingannandoli e girando la scena senza il loro consenso. Gli attori sostengono di aver sofferto di ansia e disagio emotivo per almeno 50 anni dopo l’uscita di Romeo e Giulietta e di aver perso numerose opportunità lavorative a causa della scena incriminata e del successivo scandalo. Per questi motivi, Whiting e Hussey hanno chiesto alla Paramount un risarcimento di almeno 500 milioni di dollari.