Roma, metro A interrotta per guasto: caos e polemiche sui social

Roma, metro A si è fermata in un suo tratto per un guasto alla linea. In poco tempo si è creato caos con tante proteste sui social.

Roma, metro A nel tratto tra Termini e Ottaviano si è bloccato per un guasto nella prima mattinata di martedì 24 gennaio 2023. I tecnici dell’Atac si sono messi immediatamente a lavoro per ripristinare la situazione. Tuttavia, non sono mancate le polemiche.

Roma, metro A interrotta per guasto

Interruzione della Metro A, nel tratto fra Termini e Ottaviano a Roma. I tecnici Atac si sono messi a lavoro dalle prime luci di questa mattina per ripristinare la problematica. “Per eseguire un intervento tecnico abbiamo interrotto la circolazione nella tratta Termini-Ottaviano. Stiamo attivando un servizio di bus sostitutivi. Si tratta di un intervento tecnico per un problema alla rete aerea che si è verificato alle ore 6.00. I tecnici sono al lavoro per riattivare la circolazione. Appena possiamo diamo info”, ha fatto sapere l’azienda in una nota.

Caos e polemiche sui social

Con l’interruzione della linea si è creato caos per diverso tempo e non sono mancate ovviamente le polemiche sia sul luogo sia sui social.A Roma ogni mattina non importa se sei leone o gazzella. Cori (con due ere). Che la metro A è guasta. Grazie Atac per tutte queste avventure”, scrive un utente su Twitter. “La Metro A chiusa da Termini a Battistini. Atac pensa di sostituire il servizio con un paio di navette. Bene, sono ferma dentro la navetta da 27 minuti, non facciamo un passo”, scrive una ragazza pubblicando anche scatto di Piazza dei Cinquecento stracolma. Infine un altro ancora: “Non pensavo fosse possibile, nel 2023, quello che ho visto oggi a Roma. Prendo la metro ed annunciano la chiusura della tratta Termini – Ottaviano. A Termini navette sostitutive prese d’assalto. A gestire, arrivano i Carabinieri. Le navette si inabissano nel traffico infernale delle 8 di mattina al centro di Roma. In 40 minuti, la navetta sulla quale stavo io, percorre credo 700 metri ed è costretta a deviare il percorso. La gente (situazione sardine) inizia a sentirsi male. Sono tutti al telefono a giustificare il ritardo con i datori di lavoro. Questa città è finita“.

 

LEGGI ANCHE: Sciopero dei benzinai, protestano le associazioni dei consumatori. Anche la Meloni è dura contro lo stop