Roma, nuovo femminicidio: pensionato uccide la moglie e poi va a costituirsi

Roma, femminicidio: pensionato uccide la moglie e poi va subito a costituirsi. Si tratta di un nuovo caso di femminicidio

Nuovo femminicidio a via Mascagni a Roma. Un uomo di 76 anni, accompagnato dall’avvocato, si è costituito in commissariato dicendo di aver ucciso la moglie.

Roma, nuovo femminicidio: pensionato uccide la moglie

L’autore dell’ennesimo femminicidio, stando alle prime informazioni riportate anche da La Repubblica, dovrebbe essere un uomo di 76 anni che, accompagnato dall’avvocato, si è costituito in commissariato dicendo di aver ucciso la moglie. La tragedia sarebbe avvenuta nel quartiere Trieste in un palazzo signorile di quattro piani.

L’uomo si sarebbe presentato prima nello studio del suo legale, dove avrebbe confessato l’omicidio della moglie, per poi costituirsi subito dopo. L’avvocato avrebbe così chiamato il 112 per poi andare col suo cliente in commissariato. 

Anche a Novoli (Lecce) un altro femminicidio

Un altro femminicidio molto recente è avvenuto a Novoli, in provicia di Lecce. Su questo fatto stanno ancora indagando i carabinieri, che sono attualmente alla ricerca del marito.

La donna, secondo le prime informazioni, lavorava come commessa in un centro commerciale di Surbo (Lecce). Anche in questo ultimo caso si parla della moglie, che aveva 38 anni, uccisa dal marito.