Primo caso di Flurona, mix di Covid e influenza

Primo caso di Flurona nel mondo. Il mix di covid e influenza ha colpito una madre non vaccinata a Israele. Gli esperti: "è una cosa strana".

È il primo caso di doppia infezione al mondo. A Israele, una donna incinta e prossima al parto ha contratto Covid e influenza insieme. Il mix di malattie, di cui un soggetto soffre nel medesimo momento, è stato chiamato ‘Flurona‘, termine che sta per flu – influenza in inglese – e coronavirus. A dare notizia della vicenda è il sito Ynet.

Flurona: il primo caso

Il sito Ynet, che per primo ha riportato la notizia, ha spiegato che si tratta di una partoriente trovata positiva alle due infezioni durante un’analisi all’ospedale Beilinson in località Petach Tikva, nel centro di Israele.

La giovane madre non è vaccinata contro nessuno dei due virus, ma si sente bene e dovrebbe essere dimessa dall’ospedale oggi stesso, giovedì 30 dicembre 2021.

Come riportato dal quotidiano online israeliano, il Ministero della Sanità sta ancora esaminando il caso. Infatti, nonostante la prima diagnosi confermi che si tratta di una malattia leggera, non è da escludere che la combinazione delle due infezioni possa causare una patologia più grave. Ynet afferma che funzionari della sanità avrebbero rilevato molti altri pazienti con entrambi i virus, anche se non sono stati diagnosticati.

Lo scorso anno non abbiamo visto casi di influenza tra le donne gravide o le partorienti. Oggi assistiamo a casi sia di Covid sia di influenza che stanno iniziando ad alzare la testa. Vediamo sempre più donne in gravidanza con l’influenza“, ha affermato il professor Arnon Vizhnitser, direttore del dipartimento ginecologia dell’ospedale.

Il parere degli esperti

L’infezione insieme di Covid e influenza è un po’ strana perché in medicina si è sempre detto che se c’è un virus che dà una malattia, questo impedisce che se ne sviluppi un’altra dovuta a diverso virus.

La spiegazione potrebbe stare nel fatto che il Covid causa un difetto di produzione di interferone. E questo aprirebbe la strada all’altro virus, che in questo caso è quello dell’influenza”. Così Roberto Cauda, infettivologo del Policlinico Gemelli di Roma e consigliere scientifico dell’Ema, ha riferito a Il Giorno. “Il caso riscontrato in Israele – ha aggiunto – induce a dire ancor di più vaccinatevi anche contro l’influenza”.