Presidente della Repubblica età massima: quanti anni?

Presidente della Repubblica, esiste un'età massima per l'eleggibilità di un candidato oppure no? Ecco cosa dice la Costituzione

Una delle domande che circolano più spesso riguardo all’elezione del presidente della Repubblica è questa: qual è l’età massima che deve avere un Presidente della Repubblica? Esiste oppure no per l’inquilino del Colle?

Presidente della Repubblica: età massima

In realtà per diventare presidente della Repubblica non esiste un’età massima, ma esiste invece un’età minima. Il candidato che mira ad essere eletto per questa carica, infatti, deve aver compiuto i 50 anni d’età. Un candidato presidente eletto anche all’età di 90 anni o di 100 anni, dunque, sarebbe pienamente eleggibile senza alcuna irregolarità costituzionale.

Altro requisito minimo che l’aspirante presidente della Repubblica deve possedere, secondo l’articolo 83 della Costituzione, è avere la cittadinanza italiana. 

Quanto dura l’incarico?

Il Presidente della Repubblica, una volta eletto dal Parlamento, rimane in carica per ben sette anni al fine di avere un incarico che duri più di una intera legislatura (che invece dura al massimo cinque anni). Trenta giorni prima che scada il mandato dell’inquilino del Colle, il Presidente della Camera dei deputati convoca in seduta comune il Parlamento e i delegati regionali per eleggere il successore al Quirinale.

Se le Camere sono sciolte, o manca meno di tre mesi alla loro cessazione, la elezione ha luogo entro quindici giorni dalla riunione delle Camere nuove. Nel frattempo sono prorogati i poteri del Presidente in carica.