Pirlo, villa a Forte dei Marmi: versa la caparra di 500mila euro ma finisce sotto sequestro

Pirlo, villa opzionata con una cospicua caparra ma qualcosa poi va storto. Disavventura per l'ex allenatore della Juventus oggi in Turchia.

Pirlo, villa prima opzionata e poi finita sotto sequestro. Disavventura per l’ex allenatore della Juventus che aveva già versato una cospicua caparra con l’intento di concludere l’acquisto di una mega e lussuosa villa appartenente a un oligarca russo.

Pirlo, villa a Forte dei Marmi: versa la caparra di 500mila euro

Andrea Pirlo ha sognato una mega e lussuosa villa a Forte dei Marmi. Il complesso in vendita è composto di due abitazioni collegate tra di loro di proprietà di un oligarca russo che aveva rilevato per un importo di 7.2 milioni di euro.

Pirlo aveva versato la caparra di una delle due, riservandosi l’opportunità di opzionare anche la seconda. Ecco perché il 30 maggio scorso aveva pagato la somma pattuita (500 mila euro) per avviare la trattativa che si sarebbe chiusa formalmente il 31 agosto con la corresponsione di 2.6 milioni di euro per saldare il conto. Tuttavia, qualcosa va storto.

Salta l’acquisto

Il Tribunale civile di Lucca, infatti, ha disposto il sequestro conservativo di due ville a Roma Imperiale di proprietà di un russo e sulle quali aveva messo gli occhi l’ex allenatore della Juventus, oggi allenatore in Turchia.

Dunque, una vera e propria beffa per il campione del mondo del 2006.

L’oligarca russo avrebbe dovuto pagare all’agenzia immobiliare 250 mila euro a titolo di corrispettivo per la prestazione effettuata. Soldi che – secondo l’avvocato Tommaso Bertuccelli, che cura gli interessi della stessa agenzia – non sono mai stati liquidati e hanno portato alla denuncia e alla causa civile.

 

 

LEGGI ANCHE: Roma, rapina armata a un portavalori: ferita guardia giurata