Paola Minaccioni: vita privata, teatro, film, “A muso duro”

Paola Minaccioni, nata il 25 settembre 1971, è un'attrice comica e una conduttrice radiofonica italiana che recita in "A Muso duro"

Paola Minaccioni è un’attrice comica e conduttrice radiofonica italiana. Ma chi è davvero Paola Minaccioni?

Chi è Paola Minaccioni

Paola Minaccioni, nata il 25 settembre 1971, è un’attrice comica e una conduttrice radiofonica italiana. Romana, è alta 1.67 centimetri.  Figlia di Roberto Minaccioni, ha seguito una formazione di drammaturgia classica: per alcuni anni ha fatto parte del laboratorio. per alcuni anni ha fatto parte del laboratorio di Serena Dandini e ha frequentato il Centro sperimentale di cinematografia.

È da sempre un’amante di televisione, cinema, teatro e cabaret, e le ultime sue apparizioni a teatro sono (dal 2022 al 2017):

2022: “Dal vivo sono molto meglio” – Regia di P. Rota
2021/2022: “L’Attesa” – Regia di Michela Cescon
2020: “Mine Vaganti” – Regia di F. Ozpetek
2018/19: “A testa in giù” – Regia di G.Dix
2017: “Dal vivo sono molto meglio” – Regia di P. Rota
2017: “Due partite” – Regia di P.

Rota
2017: “La spiaggia” – Regia di L. De Bei

Premi e nomination

Nel 2012 Paola Minaccioni viene candidata sia al Nastro d’argento che ai Ciak d’oro come migliore attrice non protagonista, vincendo un Globo d’oro nella stessa categoria per il film Allacciate le cinture ottiene il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista e la nomination al David di Donatello nella medesima categoria.

Film

Paola Minaccioni ha recitato in moltissimi film, l’ultimo dei quali A Muso Duro in onda su Rai 1.

Altre pellicole dove ha recitato sono La ragazza che non voleva cantare, (2021), Burraco Fatale (2020), Lockdown all’italiana (2020), Benedetta Follia (2018), All’ultima spiaggia (2012), Magnifica presenza (2012), Reality (2012), Torno indietro e cambio vita (2015), Allacciate le cinture (2014), Matrimonio a Parigi (2011).

Vita privata

Per quanto riguarda la vita privata di Paola Minaccioni sappiamo che non è sposata e che non ha figli. A Vanity Fair disse: “No, non potrei accettare un amore di facciata.

Nella mia vita ho amato tanto, sono stata tradita, ho lasciato. La monogamia è difficile, portare avanti per tanto tempo un rapporto, anche sessuale, è faticoso. Il tradimento esiste, è dietro l’angolo. Se un uomo non ti apprezza hai due possibilità: o ti spegni, o reagisci e lo pianti. Ho scelto la seconda”.