Live

Palermo, 1000 bare accatastate al cimitero: allarme sanitario

A Palermo, al cimitero dei Rotoli, sono ormai quasi 1000 le bare insepolte e accatastate. Per il direttore e il Comune è allarme sanitario.

Al cimitero dei Rotoli di Palermo sfiorano quota 1000 le bare insepolte e accatastate. I feretri si trovano all’interno di tensostrutture improvvisate, e danneggiate, esposte al sole. Ma anche negli uffici amministrativi, e in aree originariamente create per altri usi. Per più di 200 salme è finito lo spazio sugli scaffali: adesso poggiano direttamente sull’asfalto. E intanto, con l’innalzarsi delle temperature, preme l’allarme sanitario.

Palermo: al cimitero dei Rotoli 1000 bare accatastate sotto il sole

Alcuni feretri stazionano all’aperto dall’autunno del 2019. Altri continuano ad arrivare. Il risultato è che sono ormai quasi 1000 le bare accatastate negli uffici amministrativi e nelle tensostrutture tra i viali del cimitero dei Rotoli di Palermo. I tendoni sono lacerati in diversi punti, e sugli scaffali non c’è più posto. Il destino delle oltre 200 bare in esubero, dunque, è l’asfalto. Qui giacciono tra la segatura, la sporcizia e i liquidi rilasciati da alcuni feretri. Il direttore del cimitero dei Rotoli Leonardo Cristofaro, come riportato dal Giornale di Sicilia, non usa infatti mezzi termini per descrivere la situazione.

A causa della mancanza di fosse dove operare inumazioni, oltre alle elevate temperature, numerosi feretri hanno cominciato a percolare copiosamente. La situazione è ormai tale da imporre l’immediata inumazione o l’acquisto improcrastinabile e urgentissimo di un congruo numero di sovracasse di zinco destinate a contenerli. Ma si è consapevoli che senza fosse di inumazione o cassoni di zinco la situazione non potrà che ulteriormente peggiorare sino a diventare un pericolo sanitario grave“.

La comunicazione è stata data al capo di gabinetto Sergio Pollicita prima di Ferragosto. Sono 242 le bare collocate a terra. Sugli scaffali se ne contano 733. Mentre in tre diversi uffici amministrativi ne sono state depositate 23, 14 e 11. Il forno crematorio, invece, non funziona da oltre un anno.

Matteo Salvini annuncia un’interrogazione parlamentare

Matteo Salvini ha annunciato un’interrogazione parlamentare sul cimitero dei Rotoli di Palermo, dove si va in contro all’allarme sanitario. Il leader della Lega intende fare un sopralluogo al camposanto, per constatarne lo stato. Anche il Comune di Palermo, però, ammette che la situazione è grave. “Bare accatastate da mesi e ora, complici le alte temperature, grave pericolo sanitario“.