Opzione donna 2022: requisiti minimi, scadenza domanda, calcolo pensione

Opzione donna 2022, tutte le informazioni utili: requisiti minimi, scadenza per presentazione domanda, calcolo pensione.

Opzione donna 2022, tutte le informazioni necessarie. Quali sono i requisiti minimi? Qual è la scadenza per presentare domanda? Come cambia il calcolo della pensione?

Opzione donna 2022: requisiti minimi

La nuova Legge di Bilancio ha confermato l’opzione donna anche per quest’anno. Il provvedimento che consente alle donne di andare in pensione in anticipo è stato prorogato fino al 2022. Potranno uscire dal lavoro le lavoratrici dipendenti nate nel 1963, a 58 anni, e le autonome nate nel 1962, a 59 anni.

Hanno accesso al beneficio le donne di entrambe le categorie con un’anzianità retributiva di almeno 35 anni. Non valgono ai fini del calcolo di anzianità i periodi di disoccupazione e malattia, ma sono validi i contributi di riscatto. I requisiti contributivi devono essere stati maturati entro il 31 Dicembre 2021. Le lavoratrici dipendenti, inoltre devono aver cessato il rapporto di lavoro.

Il calcolo della pensione e la decorrenza con opzione donna

L’anticipazione della pensione con l’opzione donna è tuttavia compensata da due meccanismi che modificano il calcolo della pensione e la decorrenza del trattamento pensionistico. Per poter accedere al pensionamento anticipato è infatti previsto il calcolo esclusivamente col sistema contributivo, a prescindere dalla propria storia contributiva, che comporta un taglio della retribuzione. Si tratta di una detrazione compresa tra il 25% e il 30% dell’assegno che sarebbe maturato ritirandosi per tempo.

Il diritto alla pensione decorre dodici mesi dopo la maturazione dei requisiti per i lavoratori dipendenti.

Per quelli autonomi decorre invece diciotto mesi dopo. In ogni caso, le lavoratrici dipendenti e autonome la cui pensione è liquidata a carico dell’assicurazione generale obbligatoria, forme sostitutive incluse, hanno accesso al trattamento pensionistico non prima del 1 Febbraio 2022. Invece, per le lavoratrici dipendenti la cui pensione è liquidata da forme esclusive dell’AGO, il trattamento decorre dal 2 Gennaio 2022. Le lavoratrici del settore scuola e dell’AFAM (Alta formazione artistica, musicale e coreutica) hanno accesso al trattamento pensionistico a decorrere dal dal 1° settembre 2022 e dal 1° novembre 2022.

Scadenza domanda: come e quando presentarla

È già possibile presentare domanda per il pensionamento anticipato. A questo scopo, sono disponibili diversi strumenti. Si può infatti fare domanda attraverso l’apposito portale online offerto dall’INPS. In alternativa, è possibile fare domanda telefonando il call center 803 164, gratuito da rete fissa, o 06 164 164 per la rete mobile. È inoltre possibile far richiesta attraverso gli enti di patronato e intermediari dell’INPS, con i loro appositi strumenti telematici.