Oggi, 21 febbraio, Giornata internazionale della lingua madre: cos’è

Giornata internazionale della lingua madre: cos'è e perché è stata istituito e ufficializzato questa giornata in nome del tesoro delle lingue

Giornata internazionale della lingua madre: cos’è? Un momento importante inclusivo che raccoglie il vasto tesoro delle lingue così come i dialetti che sono tantissimi e caratterizzano diversi Paesi.

Giornata internazionale della lingua madre: cos’è

La Giornata Internazionale della Lingua Madre è nata ad opera dall’UNESCO. Dal 1999 ogni 21 febbraio si celebra nel mondo il valore della lingua madre e la ricchezza del multilinguismo.

La Giornata è stata dedicata al multilinguismo, con il fine di “promuovere la conservazione e la salvaguardia di tutte le lingue usate dalle popolazioni del mondo”.

L’ONU e l’UNESCO, così come altre istituzioni internazionali come ad esempio l’Unione Europea, sostengono convintamente l’importanza del plurilinguismo, poiché interpretano la diversità linguistica e culturale come elemento chiave di società coese e sostenibili, dove gli individui possono vivere nel rispetto e nella tolleranza. La diversità linguistica e culturale consente anche di preservare le tradizioni in modo sostenibile, favorendo la trasmissione di tutte le culture di un territorio.

Oggi, 21 febbraio: perché la scelta di questa data

La data è significativa di un evento avvenuto nel 1952: l’uccisione da parte delle forze di polizia pakistane di alcuni studenti dell’Università di Dacca che rivendicavano il bengalese quale lingua ufficiale.

Da quel triste e terribile episodio è nata l’esigenza di educare i più giovani al concetto ma anche ai valori del multilinguismo e della lingua del proprio paese d’origine. Ecco che con l’istituzione ufficiale e riconosciuta dei questa giornata sono nati interventi educativi e didattici che tengano conto delle differenze linguistiche degli studenti, dedicando percorsi inclusivi linguistici ispirati all’apprendimento di qualità, dando voce alle comunità locali.

Il tema di quest’anno è Using technology for multilingual learning: Challenges and opportunities, (“usare la tecnologia per imparare il multilinguismo: sfide e opportunità”) e nei vari webinar ed eventi sparsi per il mondo si parlerà di come le moderne forme di comunicazione potranno aiutare l’apprendimento e quindi la conservazioni delle lingue in via d’estinzione.