Live

Milano, operai morti in un deposito di azoto dell’ospedale Humanitas

A Milano, nel deposito di azoto dell'ospedale Humanitas, sono morti due operai. Ci sono indagini in corso per accertare eventuali responsabilità.

Milano, operai morti: tragedia nell’ospedale Humanitas. Due lavoratori sono deceduti a causa di ustioni da congelamento in un deposito di azoto della sede dell’ospedale milanese.

Milano, operai morti durante dei lavori all’ospedale Humanitas

Due operai sono morti in un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele. Sono queste le prime indiscrezioni degli inquirenti ma soprattutto dei vigili del fuoco corsi sul posto immediatamente.

I due erano operai di una ditta esterna, sono deceduti a causa di ustioni da congelamento. I corpi senza vita sono stati trovati verso le 11,30 di questa mattina. Le cause sono in via di accertamento. Sul posto si trovano in queste ore personale del 118, vigili del fuoco, Carabinieri e polizia locale.

 

Milano, operai morti in un deposito di azoto: le cause

Una tragedia quella che si è verificata all’ospedale Humanitas di Milano. Sono stati confermati i due decessi dalle forze dell’ordine che  stanno procedendo a identificarli. L’area è stata messa in sicurezza per sospetto intossicamento.

Si stanno verificando anche le cause dell’incidente che ha portato alla morte dei due operai. Avevano 42 e 46 anni  i due operai del gruppo Sol deceduti nel seminterrato del campus dell’ospedale Humanitas. Lo ha riferito l’Azienda di emergenza urgenza della Lombardia, spiegando che “il decesso è stato causato verosimilmente da un’intossicazione da azoto”.

Una prima ipotesi più plausibile infatti potrebbe essere stata proprio una perdita di azoto liquido nel deposito della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele. la causa dell’incidente sul lavoro in cui sono morti per ustioni da congelamento due operai di un’azienda esterna, il gruppo Sol, che si stavano occupando del rifornimento di azoto.

Intanto, sono state aperte le indagini per accertare eventuali responsabilità. Sul caso indaga la Procura di Milano e il fascicolo verrà aperto probabilmente per l’ipotesi di omicidio colposo. Sul posto la squadra di polizia giudiziaria del dipartimento guidato dall’aggiunto Tiziana Siciliano e anche un medico dell’Ats, oltre ai carabinieri.