Meraki è la parola d’ordine della Meloni: cosa significa?

Meraki è il nuovo vocabolo utilizzato dalla premier per descrivere l'approccio del suo esecutivo. Ecco il suo significato.

Meraki è la nuova parola utilizzata da Giorgia Meloni per descrivere il suo esecutivo o meglio spiegare che tipo di approccio avrà nel governare il Paese. Dunque, il presidente del Consiglio ha utilizzato un vocabolo di origine greca.

Meraki è la parola d’ordine della Meloni

Una nuova parola d’ordine per Giorgia Meloni e il suo esecutivo. Il presidente del Consiglio, in un video inviato alla convention inaugurale della Fondazione Guido Carli, dal titolo “Energie coraggiose. Forze che fanno muovere il mondo”, ha utilizzato un vocabolo greco Maraki per descrivere l’approccio che avranno i suoi ministri.

Cosa significa?

Il significato del vocabolo greco viene fornito al momento dalla stessa Meloni.  “Questo è un tempo nel quale dovremmo utilizzare quell’approccio che i greci descrivono benissimo con una parola straordinaria: ‘meraki’ – ha detto la premier – ovvero fare qualcosa con tutto te stesso, con tutta la tua passione e con tutta la tua anima”. Secondo Meloni, sarebbe “un approccio che in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, dalla progressiva uscita dalla pandemia fino alla complessa congiuntura economica e internazionale, può e deve offrire alla nostra nazione anche delle occasioni”.

Meraki è un vocabolo del greco moderno, con una radice serba, non si trova nei vocabolari antichi. Alla lettera, significa “essenza di noi stessi”. In una traduzione più completa riguarda qualcosa in cui si mette l’anima. Si potrebbe tradurre in italiano con la parola “con amore” o “con piacere“ ed esprime un vero e proprio stile di vita.

 

LEGGI ANCHE: Luigi Di Maio inviato speciale nel Golfo Persico: nomina bloccata?