Meloni contro l’ideologia gender: “A discapito delle donne”. La premier con Tajani vola in India

Meloni ha attaccato in un'intervista il tema dell'ideologia gender. Poi, la premier e il ministro Tajani sono volati in India.

Meloni ha criticato pubblicamente l’ideologia gender. Intanto, la premier e il ministro degli Esteri Antonio Tajani sono volati in India. “A New Delhi per il vertice dei ministri degli Esteri del G20. Transizione energetica, trasformazione tecnologica, sicurezza alimentare ed energetica, immigrazione. L’Italia vuole essere protagonista delle sfide globali”, ha scritto Tajani su Twitter.

Meloni contro l’ideologia gender: “A discapito delle donne”

Giorgia Meloni ha criticato ed attaccato pubblicamente l’ideologia gender. Tutto questo andrà a scapito delle donne e le danneggerà”, dice la premier in un’intervista a Grazia. Nell’intervista Meloni lamenta che “oggi si rivendica il diritto unilaterale di proclamarsi donna oppure uomo al di là di qualsiasi percorso, chirurgico, farmacologico e anche amministrativo”. Ricorda che maschile e femminile sono radicati nei corpi ed è “un dato incontrovertibile” e sostiene che tutto ciò andrà “a discapito delle donne” perchè per essere appunto donna “si pretende che basti proclamarsi tale, nel frattempo si lavora a cancellarne il corpo, l’essenza, la differenza”.Meloni ribadisce che “le prime vittime dell’ideologia gender sono le donne” e conclude: “La pensano così anche molte femministe”.

La premier con Tajani vola in India

Intanto, la premier Meloni e il ministro degli Esteri Antonio Tajani sono volati in India per incontrare il presidente Narendra Modi. “È stata una splendida accoglienza” ha detto al suo arrivo la premier. “È il mio primo viaggio bilaterale in Asia dall’inizio del mandato, nel 75esimo anniversario delle nostre relazioni bilaterali che, sono certa, riusciremo a rafforzare”.

Ha anche visitato il Memoriale di Gandhi. “Vi sono al mondo – ha scritto Meloni nel messaggio lasciato sul libro di onore  – pochi esempi d’un uomo che, solo, abbia compiuto la resurrezione del proprio Paese con la forza del pensiero e la dedizione estrema durata tutta la vità. Così il grande Mahatma Gandhi parlava di Giuseppe Mazzini, uno dei padri del Risorgimento italiano, fonte d’ispirazione anche per quello indiano. Due patrioti che con le loro azioni e le loro opere hanno indicato il cammino ai nostri popoli. Italia e India, civiltà millenarie che hanno combattuto per la loro indipendenza e sono oggi unite nella difesa della democrazia e della libertà”.

 

LEGGI ANCHE: Diana Biondi, dopo la scomparsa la notizia della sua morte: l’ennesima vittima “coraggiosa” legata all’Università