Maxi truffa ai danni di Fedez: buco da 100mila euro scoperto dalla madre

Fedez, un ex dipendente tenta una maxi truffa da 100mila euro ai danni della sua società. Provvidenziale l'intervento della madre.

Un’ex dipendente della società di Fedez ha tentato una maxi truffa ai suoi danni, cercando di sottrargli ben 100mila euro. Lo ha scoperto Annamaria Berrinzaghi, amministratrice delegata e madre dell’artista.

Fedez, ex dipendente tenta una maxi truffa da 100mila euro

Un finto accordo di sponsorizzazione e un buco da 100mila euro. Secondo Milanotoday, la società di Fedez, l’etichetta discografica indipendente Doom Entertainment, è stata vittima di un tentativo di truffa da parte di un ex dipendente.

Fortunatamente, Annamaria Berrinzaghi, madre del rapper milanese e amministratrice delegata di Doom, se ne è accorta in tempo ed ha sventato il raggiro.

L’imbroglio: un buco da migliaia di euro in un contratto di sponsorizzazione

Secondo le informazioni raccolte durante le indagini, coordinate dal pubblico ministero Alessandro Gobbis, la truffa nasce da un contratto di sponsorizzazione. L’ex dipendente ha fatto credere a Fedez e a sua madre di aver chiuso un accordo economico con un marchio di zainetti per 250mila euro.

In realtà l’importo finale pattuito era di 350mila euro. L’ex dipendente ha tentato di far “sparire” 100mila euro spostandoli nei conti di una terza società, in cui l’ex dipendente avrebbe dovuto cominciare a lavorare. Il truffatore ha ingannato anche lo sponsor, giustificando il versamento con presunti accordi tra Doom e la terza società. Quando Berrinzaghi ha scoperto l’inghippo, è scattata subito la denuncia, che ha portato alla consegna dell’avviso di garanzia al disonesto ex dipendente.