Maurizio De Giovanni, chi è: vita privata, moglie, serie tv e libri dello scrittore

Maurizio De Giovanni è uno scrittore napoletano che ha nel suo curriculum tanti successi. Alcuni suoi libri hanno ispirato serie tv.

Maurizio De Giovanni è uno scrittore di origini napoletane. I suoi libri hanno fatto molto successo e da alcuni sono stati tratte anche delle serie tv che hanno un ottimo seguito.

Maurizio De Giovanni, chi è: vita privata

Maurizio De Giovanni è nato a Napoli il 31 marzo del 1958. Da giovane è stato un giocatore di pallanuoto. Dopo essersi diplomato a liceo classico, si è laureato in Lettere classiche. Il suo primo impiego è stato in banca.

Poi, in tarda età da un concorso di scrittura, ha deciso di voler fare lo scrittore lasciando il posto in banca. Lo scrittore si è presentato al concorso con il libro I vivi e i morti.

De Giovanni deve tanto alla sua Napoli soprattutto come luogo d’ispirazione dei suoi libri. In più, nel luglio del 2020 è stato nominato Presidente del “Comitato scientifico per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano”.

Maurizio De Giovanni: moglie

De Giovanni è stato sposato con Silvia Pannitti. La coppia ha avuto due figli: Giovanni e Roberto. Attualmente lo scrittore è legato sentimentalmente a Paola Egiziano.

Le serie tv e libri dello scrittore

Tanti i romanzi pubblicati nel corso degli anni: La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Per mano mia, Vipera, In fondo al tuo cuore, Anime di vetro, Serenata senza nome, Rondini d’inverno, Il purgatorio dell’angelo e Il pianto dell’alba.

L’ultimo libro dello scrittore è L’equazione del cuore che si differenzia dalla maggior parte dei suoi lavori di genere giallo.

Inoltre, da alcuni suoi libri sono nate anche delle serie tv che hanno molto successo: I Bastardi di Pizzofalcone con protagonista Alessandro Gassman, Mina Settembre con protagonista Serena Rossi Il Commissario Ricciardi con Lino Guangiale.

 

LEGGI ANCHE: Chi è la conduttrice veneta che ha offeso il bimbo tifoso del Cosenza