Matteo Piantedosi, primo stop del Viminale alle navi ong

Navi ong, il nuovo ministero Matteo Piantedosi ha già emanato una direttiva in merito alle Organizzazioni non governative

Matteo Piantedosi, nuovo ministro dell’interno che ha giurato da pochi giorni, ha già emanato una direttiva ai vertici delle Forze di polizia e della Capitaneria di porto in merito alle Ong.

Matteo Piantedosi, primo stop del Viminale alle navi ong

Il ministro dell’Interno gestito dal nuovo ministro Matteo Piantedosi detta la linea: stop a Ocean Viking e Humanity 1, le due unità delle rispettive ong (organizzazioni non governative). Le due navi Ocean Viking e della Humanity 1 attualmente in navigazione nel Mediterraneo, secondo quanto rimarcato dal nuovo ministro, non sono “in linea con le norme europee e italiane in materia di sicurezza e controllo delle frontiere e di contrasto all’immigrazione illegale” e già si starebbe valutando il divieto di ingresso nelle acque territoriali.

Viminale, arriva il divieto di ingresso nelle acque territoriali?

L’azione dei Viminale, secondo quando trapela, nasce da un’indicazione della Farnesina guidato da Antonio Tajani, che ha trasmesso al ministero dell’Interno due note verbali. Una «indirizzata all’Ambasciata del Regno di Norvegia, Stato di bandiera della Ocean Viking» e l’altra destinata «all’Ambasciata delle Repubblica Federale di Germania, Stato di bandiera della Humanity 1». In entrambi i casi le imbarcazioni avrebbero una condotta «non in linea con lo spirito delle norme europee e italiane in materia di sicurezza e controllo delle frontiere e di contrasto all’immigrazione illegale».

È la vigilia di una nuovo periodo di scontro con le organizzazione non governative?