Manovra, rifinanziato il bonus psicologo

Il bonus psicologo è nella manovra finanziaria che dovrebbe essere approvata entro il 31 dicembre del 2022

È stato rifinanziato il bonus psicologo, che è entrato nella manovra finanziaria che dovrebbe essere approvata entro fine anno.

Manovra, rifinanziato il bonus psicologo

Il bonus psicologo, con grande probabilità, dovrebbe essere prorogato e rifinanziato per i prossimi anni e diventare strutturale. L’emendamento, presentato dal Pd, dovebbe avere parere favorevole da parte del governo. Nato con il decreto Milleproroghe dello scorso anno, il Governo dovrebbe renderlo permanente e il bonus dovrebbe salire da 600 a 1.500 euro. Con oltre 330.000 domande presentate, il 60 % delle quali da parte di under 35, la misura è stata un grande successo e si appresta a diventare  strutturale.

Adesso occorrerà un nuovo provvedimento del ministro della Sanità per renderlo esecutivo. Finora il beneficio è stato riservato, per una sola volta, a chi ha un reddito Isee inferiore ai 50.000 euro e per averlo sarà ancora probabilmente necessario fare una richiesta all’Inps

Le deputate del Pd: “Nostro successo”

Il partito Democratico, principale sponsor del rifinanziamento del bonus, esulta sull’argomento. “Sul bonus psicologo – afferma – abbiamo ottenuto un grande risultato con un nostro emendamento che rende il fondo per la copertura della misura strutturale. Il contributo sarà finanziato con 5 milioni per il 2023 e 8 milioni a decorrere dal 2024. Siamo contenti per questa misura che è stata purtroppo molto utilizzata, oltre ogni aspettativa e che potrà continuare a contribuire al miglioramento del  benessere psicologico di tante persone di ogni età duramente provate da questi anni di pandemia e crisi”.