L’Eurovision 2023 sarà nel Regno Unito (e non in Ucraina)

L'Eurovision 2023 sarà nel Regno Unito, non in ucraina. Lo ha fatto sapere il ministro della cultura del Regno Unito

Sarà il Regno Unito, secondo classificato all’edizione del 2022, a ospitare l’Eurovision 2023. Il festival europeo della canzone ed evento televisivo assai ambito, quindi, non sarà in Ucraina.

L’Eurovision 2023 sarà nel Regno Unito (e non in Ucraina)

A dare l’annuncio ufficiale che l’Eurovision 2023 si terrà nel Regno Unito è stata Nadine Dorries, ministra della Cultura del governo britannico del dimissionario Boris Johnson. Grazie ad un accordo ad hoc raggiunto con le autorità di Kiev, infatti, ad ospitare l’Eurovision sarà la patria del secondo classificato all’Eurovision 2022.

L’Ucraina, che fino all’ultimo sperava di organizzare l’evento, alla fine si è dovuta rassegnare in quanto la situazione di guerra non permetteva di garantire la sicurezza necessaria all’evento. La trasmissione, seconod gli accordi sottoscritti, in tv sarà garantita dalla Bbc.

L’edizione 2022 era stata vinta dalla band ucraina Kalush Orchestra, mentre secondo era arrivato il cantante del regno Unito Sam Ryder.

Le città candidate

Ora che è stata scelta la sede definitiva dell’evento, non è ancora stata scelta la città che ospiterà la manifestazione dopo Torino.

Tra i nomi in lizza ci sono: Aberdeen, Belfast, Birmingham, Brighton, Bristol, Cardiff, Edimburgo, Glasgow, Manchester, Leeds, Liverpool, Londra, Newcastle, Nottingham, Sheffield, Swindon e Wolverhampton.“In seguito alla richiesta della European broadcasting union e delle autorità ucraine – ha comunicato formalmente la segretaria di Stato britannica responsabile per la Cultura, Nadine Dorries – sono lieta di annunciare che la Bbc ha concordato di subentrare per ospitare il festival dell’anno prossimo”.