Jp Morgan e l’uragano economico in arrivo a giugno: cosa succederà?

Jp Morgan e l'uragano economico che presto potrebbe investire tutta l'economia mondiale. Ecco le parole del ceo.

Jp Morgan e l’uragano economico che è in arrivo: il ceo Dimon mette in guarda l’economia mondiale. Nelle sue ultime dichiarazioni, si legge e si percepisce tutta la sua preoccupazione.

Jp Morgan e l’uragano economico in arrivo a giugno

Jamie Dimon, il ceo di Jp Morgan, ha lanciato un preoccupante allarme nel mercato economico mondiale. “Preparatevi per un uragano economico, e a causarlo saranno la Fed e la guerra in Ucraina”, ha detto Dimon durante una conferenza stampa a New York rivolgendosi agli investitori e analisti.

“È meglio che vi prepariate”. JPMorgan mette in guardia tutti ed intanto lui stesso si sta preparando a tempi più oscuri. “In questo momento c’è un po’ di sole, le cose stanno andando bene, tutti pensano che la Fed possa gestire la situazione”, ha continuato l’ad, ma quell’uragano è proprio là fuori, in fondo alla strada, in arrivo sulla nostra via”.

Cosa succederà?

Il ceo della Jp Morgan è preoccupato molto dal fatto che la Federal Reserve abbia come obiettivo di invertire i programmi di acquisto di obbligazioni di emergenza e ridurrà il bilancio.

Il cosiddetto quantitative tightening (Qt) dovrebbe iniziare questo mese e salirà fino a 95 miliardi di dollari al mese in partecipazioni obbligazionarie ridotte. “Non abbiamo mai avuto Qt come questo, quindi al momento è come se stessimo guardando qualcosa di imprevedibile su cui si potranno scrivere libri di storia per 50 anni”, ha detto Dimon.

Inoltre, ha aggiunto che le banche centrali “non hanno scelta perché c’è troppa liquidità nel sistema”, riferendosi alle azioni restrittive.

“Devono rimuovere parte della liquidità per fermare la speculazione, ridurre i prezzi delle case e cose del genere”. Infine, a preoccupare Dimon sono le conseguenze sui prezzi del petrolio a causa del conflitto in Ucraina che può generare “potenzialmente posizionandosi sulla strada per un rialzo fino a 150 o 175 dollari al barile”, ha detto Dimon.

 

LEGGI ANCHE: Incentivi governo 2022, quali sono e quando partono? Online il sito dove vederli tutti