Live

Il 2021 di Orietta Berti: “Non ho un momento libero, lavoro sempre”

Orietta Berti parla del suo 2021: "Non ho un momento libero, sono sempre al lavoro. I Maneskin? Bravissimi, con loro ho già cantato".

Si è concluso un 2021 strepitoso per Orietta Berti, tornata sulla cresta dell’onda dopo la sua partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo. Ne parla in un’intervista al Corriere della Sera: “Ormai non ho più un momento libero. I duetti con FedezAchille Lauro e i Maneskin? Ecco cosa penso”.

Orietta Berti, un 2021 pieno di successo: “Non ho il tempo di godermelo, lavoro sempre”

Sessant’anni di carriera alle spalle e non sentirli.

Orietta Berti, 78 anni, è tra le cantanti italiane più amate e apprezzate, come dimostrano i suoi oltre 16 milioni di dischi venduti. Nel 2021 la cantante ha vissuto una seconda giovinezza. Dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2020, la sua popolarità è esplosa anche tra i più giovani e Orietta Berti è tornata alla ribalta. La cantante ha parlato del suo ultimo anno in un’intervista al Corriere della SeraÈ il successo che arriva a un’età certa…

ma non ho il tempo di godermelo fino in fondo, lavoro tutti i giorni, ho registrato spot pubblicitari, faccio tante trasmissioni tv: vado tutte le domeniche da Fazio, per Antonella Clerici sono la coach a The Voice Senior, e poi sono stata all’estero, dove ho girato delle puntate fantastiche con Sandra Milo e Mara Maionchi, il programma si intitola Quelle brave ragazze e sarà su Sky a primavera”.

Anche nei momenti più difficili della sua carriera musicale, Orietta Berti è sempre riuscita a farsi amare sul piccolo schermo: “Ho fatto tre volte Quelli che il calcio, cinque volte Buona Domenica, ora ancora Il tavolo con Fazio.

Quando abbiamo finito il primo anno di Buona Domenica sono andato da Costanzo a ringraziarlo e lui mi ha detto: Orietta, in questo ambiente non devi ringraziare nessuno, perché se tu non mi facevi audience, se tu non mi facevi comodo, io ti avrei lasciata a casa e invece ti ho confermato anche per l’anno prossimo”.

“I Maneskin? Bravissimi. Fedez è molto milanese. Achille mi tratta come una zia”

Da quella gaffe sui Maneskin, chiamati erroneamente “Naziskin”, al rinnovato successo culminato con Millie, la hit cantata insieme a Fedez Achille Lauro.

Orietta Berti, nel corso dell’intervista, ha parlato anche dei suoi giovani colleghi: “I Maneskin? Loro sono richiesti in tutto il mondo, se lo meritano; sono dei bei ragazzi, bravi, e fanno una buona musica. Un duetto? Con loro ho già cantato. Quando hanno fatto il tour europeo sono andata in un locale di Zurigo con loro, un locale dove ero stata anche io 20 anni prima, una festa di italo-svizzeri, e abbiamo cantato insieme.

Certo che mi piacerebbe cantare con loro, chi non vorrebbe?“.

Fedez è sempre sul pezzo -continua la cantante- per lui il lavoro è molto importante, è sempre molto serio, in questo senso è proprio un vero milanese. Achille Lauro? Ad alcuni può sembrare altezzoso per un suo certo distacco, invece è gentile e ben educato. Sembra sempre svampito, ma è artista, e soprattutto è molto intelligente. Mi trovo benissimo con lui, mi sembra di conoscerlo fin da quando era piccolo.

Quando parliamo ho l’impressione di far parte della sua famiglia da sempre, di essere una sua zia alla lontana“.